Teatro Erba Torino: la stagione 2018/2019

Diversi spettacoli in programma al Teatro Erba di Torino. Per la stagione 2018/2019 si inizia il primo ottobre 2018 con il Festival della Cultura classica.

Teatro Erba, TorinoTeatro Erba, Torino

20°Festival di cultura classica al Teatro Erba

 lunedì 1 ottobre ore 21  serata inaugurale e di illustrazione del 20° Festival

PIERO NUTI  LUCIANO CARATTO  

Ciò che uno ama Poeti lirici dell’antica Grecia in scena

ritorna lo spettacolo-conferenza tradotto da Dario Del Corno in omaggio alla 1a edizione del Festival

“Sono voci poetiche che ci arrivano da lontano. 2600  anni sono trascorsi: eppure le sentiamo nostre.

Parlano infatti di cose che ci riguardano: la dolcezza dell’amore e dell’amicizia, la rabbia dell’odio, il dolore dell’addio”. 

martedì 2 ottobre ore 21 e mercoledì 3 ottobre ore 10

DANIELA PLACCI  MARCO VIECCA  ROSSANA PERACCIO  DIEGO COSCIA

Antigone

di Vittorio Alfieri – regia Marco Viecca – produzione Fondazione Gabriele Accomazzo per il Teatro

In Antigone si concentrano in modo evidente le asperità del pensiero alfieriano; vi si contrappongono mirabilmente le necessità della ragion di stato a quelle della logica umana: il sentimento è calpestato, soffocato, al servizio delle necessità di Tebe e strumentalmente utilizzato. In quest’opera il concetto di “tirannide”, caro all’Alfieri, assume contorni definiti. Il Re Creonte è mosso da una fredda logica di tutela dello stato e di saldo mantenimento del potere. 

da venerdì 5 a lunedì 8 e da venerdì 12 a lunedì 15 ottobre

(ven 5, sab 6, ven 12 e sab 13 ottobre ore 21 – dom 7 e dom 14 ottobre ore 16  – scolastiche ore 10: lun 8 e lun 15 ottobre)

COMPAGNIA TORINO SPETTACOLI

La commedia delle tre dracme

di Gian Mesturino  e Girolamo Angione da Trinummus di Plauto  – regia Girolamo Angione

Venatura ironica e straripante comicità plautina. La Compagnia Torino Spettacoli prosegue nel percorso di riscoperta dei capolavori comici di Plauto con la nuova produzione La commedia delle 3 dracme. Si racconta la storia di un giovane scialacquatore, quasi rovinatosi, che viene salvato, tramite un benevolo raggiro, da un vecchio amico del padre e dall’immancabile servo parassita che  ammette  di rubare i soldi al padrone, di voler mangiare e divertirsi alle spalle altrui. 

lunedì 8 ottobre ore 21 – martedì 9 ottobre ore 10

PIERO NUTI  LUCIANO CARATTO   BARBARA CINQUATTI   ELIA TEDESCO GIOVANNI GIBBIN 

Processo a un seduttore (Pro Caelio)

in uno spettacolo scritto e diretto da Piero Nuti dal Pro Caelio di Cicerone

Amori e intrighi sulle rive del Tevere e la difesa di un seduttore. I fatti raccontati sono antichissimi ma lo spirito in essi contenuto e le parole con cui sono comunicati toccano direttamente la sensibilità contemporanea. Piero Nuti ci guida alla scoperta di Cicerone e della sua difesa di Marco Celio Rufo, suo allievo ed amico, da pesanti accuse. Insieme alla trattazione giuridica, troviamo l’ironia e il ridicolo nei fatti e nei detti. 

martedì 9 ottobre ore 21  

I TALENTI DEL LICEO GERMANA ERBA

Le rane di Aristofane – Antigone di Bertolt Brecht – drammaturgia e regia Girolamo Angione

Le Rane di Aristofane sono anzitutto un inno al teatro nella convinzione che abbia in sé, ieri come oggi, gli anticorpi per la rinascita di una civiltà dilaniata dalla volgarità e dal sopruso. Aristofane immagina che Dioniso, scenda nell’Ade per riportare in vita il suo poeta prediletto, Euripide. Poi, però, dopo una schermaglia di scintillante comicità, sceglie di resuscitare Eschilo…

Scritta nel 1947, l’Antigone di Brecht mantiene intatta la struttura del modello sofocleo, l’ordine delle scene e perfino le battute in versi. Ma si tratta di un’opera totalmente brechtiana grazie all’innovazione che ne sposta il registro interpretativo sul piano ideologico e ne fa, all’indomani della caduta del nazismo, una lucida analisi dei meccanismi che l’hanno condotto al potere e una celebrazione delle sue vittime: Antigone, Ismene, Emone e tutto il popolo di Tebe.

mercoledì 10 e giovedì 11 ottobre ore 21 

PIETRO MONTANDON

Maruzza Musumeci

dall’omonimo racconto di Andrea Camilleri – adattamento Daniela Ardini e Pietro Montandon
regia Daniela Ardini – scene e costumi Giorgio Panni e Giacomo Rigalza – produzione Lunaria Teatro

Nella “favola”, leggera, ironica, ma anche un po’ inquietante raccontata da Camilleri nel romanzo Maruzza Musumeci ritornano i motivi classici della sirena -del suo canto che uccide- e di una vendetta covata per millenni contro un Ulisse dedicato ai campi. Gnazio Manisco (una sorta di antiUlisse) ritorna dall’America per coltivare la terra. La donna di cui si innamora perdutamente è bellissima e canta canzoni meravigliose. Il protagonista è un attore di grande esperienza e capacità mimetica che ha tra l’altro lungamente collaborato con la compagnia internazionale Mummenschanz.

lunedì 15 ottobre ore 21 – martedì 16 ottobre ore 10

PIERO NUTI  ELIA TEDESCO  GIOVANNI GIBBIN

L’arte di saper invecchiare (De senectute)

scritto e diretto da Piero Nuti dal De senectute di Cicerone

“Bisogna aggiungere vita agli anni, non anni alla vita”, secondo l’esortazione del neurologo, Premio Nobel per la medicina, Rita Levi Montalcini.  L’arte di saper invecchiare illustra le motivazioni che mettono generalmente in cattiva luce la vecchiaia e ne confuta la fondatezza. Cicerone esalta l’importanza delle attività per l’anima e delle “cose grandi” per le quali non è necessaria l’agilità del corpo ma piuttosto l’intelligenza e l’autorità e che si possono compiere anche da anziani come accadde, per esempio, a Sofocle o a personalità quali Platone o Pitagora. Secondo l’autore, l’anima è immortale… 

mercoledì 17 ottobre ore 10 – giovedì 18 e venerdì 19 ottobre ore 21

PIERO NUTI  LUCIANO CARATTO ELIA TEDESCO  GIOVANNI GIBBIN  MICHELE FAZZARI

Il coraggio fa 90! (Pro Milone)

scritto e diretto da Piero Nuti dal Pro Milone di Cicerone

“Un giorno la paura bussò alla porta. Il coraggio andò ad aprire e non trovò nessuno”.

Il “grande vecchio” del teatro (Piero Nuti 90 anni li ha davvero) è la guida ideale per la scoperta del capolavoro del più geniale avvocato e oratore politico del mondo romano: Cicerone, che spinge il ragionamento logico agli estremi, arrivando a dimostrare l’impossibilità del… reale! Nel foro presidiato dalle truppe schierate da Pompeo, Cicerone dovette subire un’inusitata presenza delle armi e le urla intimidatorie dei Clodiani. 

sabato 20 ottobre ore 21 – domenica 21 ottobre ore 16 – lunedì 22 ottobre ore 10

COMPAGNIA TORINO SPETTACOLI

Anfitrione di Molière – regia Girolamo Angione – musiche Bruno Coli

Thomas Mann ha definito Anfitrione la commedia più bella del mondo. La vicenda ha trovato più volte la via del palcoscenico: dai lontani tempi del latino Plauto al primo Ottocento del tedesco Heinrick von Kleist o al Novecento del francese Jean Giraudoux, passando dalla celebre versione di Jean-Baptiste Poquelin, detto Molière. Nel 1668 Molière riprende la situazione plautina della beffa ordita dagli Dei ai danni dei mortali e l’esilarante gioco degli scambi di identità per farne una commedia in cui, pur ammiccando agli amori in corso alla corte di Luigi XIV, declina valenze universali. 

martedì 23 ottobre ore 10 – mercoledì 24 e giovedì 25 ottobre ore 21

COMPAGNIA TORINO SPETTACOLI

Rudens/ Ridens… tutto in una tempesta

di Gian Mesturino e Girolamo Angione da Rudens di Plauto – regia Girolamo Angione

Rudens è ambientata nella suggestione d’un paesaggio marino, scenario inusuale nel teatro antico. La commedia tratta del rapimento della figlia di un tale di nome Daimone per mano del lenone Labrace. Un giovane, innamorato della fanciulla rapita, decide di pagarne il riscatto. Labrace gli dà appuntamento al tempio di Venere ma si dirige da tutt’altra parte…

Guidati dalla stella Arturo, viviamo l’avventura che ci porta al ritrovamento, grazie a una fune (rudens), di uno scrigno… 

venerdì 26 e sabato 27 ottobre ore 21 domenica 28 ottobre ore 16 lunedì 29 ottobre ore 10

COMPAGNIA TORINO SPETTACOLI

Il Soldato Fanfarone

di Gian Mesturino e Girolamo Angione da Miles gloriosus di Plauto – regia Girolamo Angione

I Romani sono appena arrivati ma la fanno da padroni e sulla scena, a colpo d’occhio, la monumentalità di marmi e capitelli si sovrappone a steccati e pollai di matrice contadina in una divertente e precaria contaminazione di stili di vita e di cultura. Anche il Miles, campione di tracotanza “romanesca”, non lega affatto col carattere dei locali che, dunque, sono lieti di collaborare alla riuscita della beffa che un simpatico servo ordisce ai suoi danni per liberare la ragazza rapita dal soldato. 

martedì 30 ottobre ore 21 – mercoledì 31 ottobre ore 10

STEFANIA BLANDEBURGO  GIULIA RUPI  SILVIA SCUDERI

Non una di meno

di Manlio Marinelli da Le Troiane di Euripide – regia Lia Chiappara – produzione Teatro Libero Palermo

Attorno al Mediterraneo, da millenni, navigano racconti e storie che viaggiano sulla bocca di uomini e di donne che attraversano il mare nostro. Da millenni sempre le stesse storie, gli stessi racconti, tanto veri ed estremi da diventare miti.

Tra questi, il mito delle donne troiane che rivivono oggi, davanti a noi, struggenti ed umane: donne perseguitate da una guerra feroce, schiave della rabbia degli uomini. Ecuba, Andromaca, Cassandra, i personaggi richiamati in vita in questa scrittura, si presentano in tutta la loro umanità e concretezza, e mostrano la loro vicinanza a noi.

Nella scrittura il comico e il tragico si mescolano con repentini travasi tra di loro, servendosi di una lingua in cui il parlato colloquiale si smarrisce nella poesia.

da mercoledì 7 a domenica 18 novembre

(giovedì 8, venerdì 9, sabato 10  novembre e da mercoledì 14 a sabato 17 novembre ore 21

domenica 11 e domenica 18 novembre ore 16 – scolastiche ore 10: mercoledì 7 e martedì 13 novembre)

MIRIAM MESTURINO  LUCIANO CARATTO

La Locandiera

di Carlo Goldoni – regia Enrico Fasella – produzione Torino Spettacoli

Dopo il successo riscosso in primavera al Teatro Alfieri, il capolavoro goldoniano torna nella sala di corso Moncalieri. Ritroviamo così Mirandolina, un’ottima locandiera che oggi definiremmo una capace donna-manager, tesa soprattutto a far funzionare alla perfezione il suo albergo. Intorno a lei una galleria di personaggi: l’umile cameriere Fabrizio, il Conte parvenu e spendaccione; il Marchese spocchioso visionario d’una antica ricchezza e d’una presente, inutile nobiltà e il Cavaliere misogino ma più di ogni altro ingenuo…

da mercoledì 21 a domenica 25 novembre

(giovedì, venerdì  e sabato ore 21 – domenica ore 16 – scolastica ore 10: mercoledì 21 novembre)

PIERO NUTI  MIRIAM MESTURINO  FRANCO VACCARO  LUCIANO CARATTO  BARBARA CINQUATTI

Un curioso accidente

di Carlo Goldoni – regia Enrico Fasella – produzione Torino Spettacoli

Goldoni introduce così la pièce: “L’argomento di questa Commedia…  è un fatto vero, accaduto in una città di Olanda”.

In questa commedia troviamo il confronto tra i diversi modi di intendere ed affrontare l’amore (gli uomini vigliaccamente scappano, le donne coraggiosamente restano ed affrontano le difficoltà) e l’eterno conflitto tra genitori e figli. Da una parte un padre che, troppo compiaciuto del suo successo sociale, non sa capire i sentimenti della figlia e dall’altra una figlia che nasconde il suo amore contrastato con un sotterfugio che innesterà tutta una serie di “curiosi” equivoci. Situazioni e umane debolezze che esistono in tutte le epoche, proposti nell’umorismo goldoniano a descrivere la vita, colma di piccole pazzie.

da venerdì 30 novembre a domenica 2 dicembre (venerdì e sabato ore 21 – domenica ore 16)

MILENA VUKOTIC  MAXIMILIAN NISI

Un autunno di fuoco

di Eric Coble – regia Marcello Cotugno

scene Luigi Ferrigno – costumi Andrea Stanisci – produzione La Contrada, Teatro Stabile di Trieste

Un’anziana barricata in casa e un intruso che si infila dalla finestra. Inizia così Un autunno di fuoco, commedia dolce e graffiante sui delicati e spesso esplosivi rapporti tra madri e figli. Ma Alessandra non è una vecchietta indifesa, bensì un’artista quasi ottantenne alla resa dei conti con la sua famiglia per stabilire dove trascorrerà i suoi ultimi anni di vita. Con una passione vulcanica e una pila di bombe Molotov, Alessandra si chiude in casa minacciando di dar fuoco a tutto piuttosto che finire in una casa di riposo. L’intruso è Chris, il più giovane dei tre figli.

da mercoledì 5 a domenica 9 dicembre (da mercoledì a sabato ore 21 – domenica ore 16)

ALESSANDRO BENVENUTI  STEFANO FRESI

Don Chisciotte

liberamente ispirato a Don Chisciotte della Mancia di Miguel de Cervantes

di Nunzio Caponio – adattamento e regia Davide Iodice

scene Tiziano Fario – costumi Daniela Salernitano – produzione Arca Azzurra Teatro

Con vesti complottiste e una spiritualità naif, accompagnato da un Sancho, che è insieme figlio e disorientato adepto, Don Chisciotte intraprende un corpo a corpo, disperante e ‘comico’ contro un mondo sempre più virtuale, spinto a trovare l’origine del male nel sistema che lo detiene. Dall’improbabile rifugio in cui si è rintanato, lotta per mantenere intatto il suo pensiero critico coltivando ancora un’idea: l’IDEA. Unica finestra sull’esterno (o su altri interni) una teoria di schermi che s’affaccia su personaggi e mondi annodati, interferenze che spronano i nostri ‘eroi’ all’Azione, a una qualche azione.  E se, nella giostra di pensieri che galoppano progressivamente verso l’inevitabile delirio le menti malefiche dei ‘giganti delle multinazionali’ sono il nemico contro cui scagliarsi, l’Amore è ancora il vento che soffia e muove, anche se Dulcinea, intrappolata in una webcam, può svanire dolorosamente per un banale black out.

da martedì 11 a domenica 16 dicembre

(da martedì a sabato ore 21 – domenica ore 16)

PIERO NUTI MIRIAM MESTURINO

Oh dio mio!

di Anat Govtraduzione Enrico Luttmann e Pino Tierno – scena Cristina Hong Sang Hee – musiche Gabriele Bolletta

regia Girolamo Angione

con la partecipazione di un giovanissimo attore nel ruolo di Lior

In questo testo ironico, intelligente e surreale di una delle più importanti drammaturghe israeliane, la psicologa Ella, laica, madre single di un ragazzino autistico, Lior, riceve un paziente speciale, che dice di essere Dio. La donna inizialmente è perplessa, ma poi realizza di trovarsi veramente di fronte a Dio, un dio depresso, malato da 2000 anni, fragile seppur onnipotente, che sta meditando di spazzare il mondo con un nuovo diluvio universale. Ne scaturisce un dialogo-terapia scoppiettante, ricco di battute divertenti e acute. Entrambi i personaggi trovano nella comprensione e nell’amore la via per affrontare dolori e delusioni, con un’apertura finale, con Lior che, per la prima volta, riesce a dire “mamma”.

Piemonte in scena

lunedì 24 dicembre ore 21 – mercoledì 26 dicembre ore 16

GIOVANNI MUSSOTTO e i Giovani Talenti del Liceo Germana Erba

Gelindo di Gian Mesturino

regia Girolamo Angione – produzione Torino Spettacoli

Scaramantico ritorno di un “must” delle feste di Natale. Tra i pastori del presepe non può mancare quello che porta una pecora sulle spalle: è Gelindo, uno dei personaggi più amati del teatro popolare piemontese.

Per obbedire al censimento dell’imperatore, Gelindo lascia il Monferrato e, per quella magia che avviene solo nelle favole, si ritrova dalle parti di Betlemme!

Grande Prosa

da martedì 18 dicembre a domenica 6 gennaio

(giovedì 20, venerdì 21, sabato 22, venerdì 28, sabato 29 dicembre e da mercoledì 2 a sabato 5 gennaio ore 21

domenica 23, domenica 30 dicembre e domenica 6 gennaio ore 16 – mercoledì 26 dicembre ore 19

lunedì 31 dicembre ore 20.15 – scolastiche ore 10: martedì 18 e mercoledì 19 dicembre)

PIERO NUTI  FRANCO VACCARO LUCIANO CARATTO PATRIZIA POZZI

BARBARA CINQUATTI  STEFANO FIORILLO  MICOL DAMILANO

Trappola per topi

di Agatha Christie – regia Piero Nuti – produzione Torino Spettacoli

Ecco il “caso” letterario e teatrale del Novecento (e del nuovo secolo!). Conferma molto speciale per l’edizione firmata Torino Spettacoli, nata in collaborazione con il mitico St Martin’s di Londra. Era il 25 novembre 1952 quando lo spettacolo vide la luce del debutto, con Richard Attenborough e Sheila Sim: Sir Winston Churchill era Primo Ministro in Inghilterra… nei suoi 66 anni di repliche ininterrotte a Londra, Trappola è stato visto da milioni di spettatori, è stato tradotto e rappresentato in tutto il mondo. Un successo da Guinness per la Christie, creatrice di un marchingegno teatrale che si dipana con stupefacente armonia, in cui si fondono humour e suspense, per un unanime riscontro di pubblico e critica: “Un thriller veramente divertente” (Sunday Times); “Il più astuto mistero d’omicidio del Teatro inglese. Penso che Trappola potrebbe andare in scena per sempre” (Daily Telegraph). 

da venerdì 11 a domenica 13 gennaio

(venerdì e sabato ore 21 – domenica ore 16)

FIONA MAY  LUISA CATTANEO

Maratona di New York

di Edoardo Erba – regia Andrea Bruno Savelli – produzione Teatrodante Carlo Monni

Maratona di New York è uno dei testi teatrali contemporanei più rappresentati al mondo. Una sfida fisica (oltre che verbale) per tutti gli attori che l’hanno portata in scena, impegnati a correre per l’intera durata della pièce. Un’autentica prova di resistenza. In questo nuovo allestimento il testo sarà al femminile. Una novità assoluta che il regista, con la collaborazione al riadattamento dell’autore, ha affidato ad una coppia davvero d’eccezione: la ex campionessa mondiale di salto in lungo, Fiona May al suo esordio teatrale dopo i successi ottenuti sul piccolo schermo, e l’attrice Luisa Cattaneo, più volte al fianco di Ottavia Piccolo, Franca Valeri, Gigi Proietti. Da una parte c’è la leader, nella corsa così come nella vita, donna determinata e invincibile; dall’altra la sua amica, più insicura, impaurita, legata ad un passato dal quale non riesce a separarsi. Una corsa dell’esistenza che, tra ostacoli, fatica, sudore, ricordi, memoria, tempo e spazio sospesi, celebra sentimenti autentici e suggella la storia di un’amicizia sincera e fraterna. 

da giovedì 7 a domenica 10 febbraio (da giovedì a sabato ore 21 – domenica ore 16)

MASSIMO DAPPORTO  ARIELLA REGGIO

FRANCESCO FOTI  DEBORA BERNARDI

Un momento difficile

novità assoluta di Furio Bordon – regia Giovanni Anfuso – scene Alessandro Chiti – costumi Riccardo Cappello

musiche originali Paolo Daniele coreografie Amalia Borsellino – luci Gaetano La Mela

produzione Teatro Stabile di Catania in coproduzione con Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia

Critica e pubblico entusiasti per il recente debutto di questo testo inedito e mai rappresentato di Furio Bordon, autore triestino apprezzato in Italia e all’estero. Un momento difficile racconta, con “profonda leggerezza” e con tagliente ironia, e per questo ancor più penetrante e dolorosa, i difficili istanti che precedono la morte della madre del protagonista. Protagonista che l’autore ha deciso di chiamare Tu. In quella che “forse” è una stanza «ci sei Tu, che sembri un bambino avvizzito, e sei accanto al letto di una vecchia signora… è tua madre, ma la chiameremo la vecchia signora, perché qua dentro c’è un’altra donna, che ti sta guardando, e anche lei è tua madre, è bella ed elegante. Accanto a lei c’è un uomo, è tuo padre, morto tanti anni fa, di infarto». L’autore concede al protagonista, Tu, una occasione, tramite questi spiriti del tempo. Quando giunge inesorabile il ”momento”, rimane un senso di vuoto per ciò che non si è detto, o non si è fatto.

da giovedì 22 a domenica 24 febbraio (da giovedì a sabato ore 21 – domenica ore 16)

CESARE BOCCI  TIZIANA FOSCHI

Pesce d’aprile

di Cesare Bocci – co-regia Cesare Bocci e Peppino Mazzotta – produzione Art Show

Pesce d’aprile, tratto dall’omonimo romanzo autobiografico di Daniela Spada e Cesare Bocci e edito da Sperling & Kupfer che in meno di un anno ha venduto più di diecimila copie, è il racconto di un grande amore che la malattia ha reso ancora più grande: un’esperienza reale, toccante, intima e straordinaria di un uomo e di una donna che non si danno per vinti quando il destino sconvolge la loro esistenza. I protagonisti si mettono a nudo svelando le loro fragilità, raccontando come possano crollare le certezze e come si possa risalire dal baratro. In un’alternanza di situazioni dolorose, grottesche, a volte divertenti, si delinea l’immagine di una donna prigioniera di un corpo che non le obbedisce più e che lotta per riconquistare la propria vita, con il suo uomo accanto. Una testimonianza diretta, capace di trasmettere quella forza che spesso manca nel quotidiano. Un racconto al quale si assiste con gli occhi lucidi e la risata che prorompe all’improvviso a volte amara, altre volte liberatoria.

da venerdì 1 a domenica 3 marzo (venerdì e sabato ore 21 – domenica ore 16)

GIGIO ALBERTI FILIPPO DINI  GIOVANNI ESPOSITO  VALERIO SANTORO GENNARO DI BIASE

Regalo di Natale

dall’omonimo film di Pupi Avati – adattamento teatrale Sergio Pierattini – regia Marcello Cotugno

scenografie Luigi Ferrigno – costumi Alessandro Lai – luci Pasquale Mari – produzione La Pirandelliana

Quattro amici di vecchia data, Lele, Ugo, Stefano e Franco, si ritrovano la notte di Natale per giocare una partita di poker. Con loro c’è anche un misterioso avvocato. Franco è proprietario di un importante cinema di Milano ed è il più ricco dei quattro… la partita si rivela tutt’altro che amichevole. Sul piatto, oltre a un bel po’ di soldi, c’è il bilancio della vita di ognuno: fallimenti, sconfitte, tradimenti, menzogne. Dalle note di regia della versione teatrale: “Originariamente ambientato negli anni ‘80, il testo è stato trasposto nel 2008, anno in cui la crisi economica globale ha segnato profondamente la società italiana. In risposta a recessione e precariato, il gioco d’azzardo vive una stagione di fulminante ascesa”. 

da venerdì 8 a domenica 10 marzo

(venerdì e sabato ore 21 – domenica ore 16)

SAVERIO MARCONI

Monsieur Ibrahim e i fiori del corano

di Éric Emmanule Schmitt – una narrazione di Gabriela Eleonori e Saverio Marconi – produzione Compagnia della Rancia

Gabriela Eleonori e Saverio Marconi, dopo il grande successo di Variazioni Enigmatiche, tornano a confrontarsi con un testo di Schmitt, e questa volta lo fanno con una narrazione intima, che parla agli spettatori guardandoli negli occhi mentre si compie l’affascinante rito tradizionale del tè turco. Monsieur Ibrahim e i fiori del Corano è la storia di un’infanzia, “l’infanzia che bisogna lasciare”, di un’emancipazione, del superamento delle difficoltà attraverso un percorso di scoperta, di conoscenza di sé e di culture differenti. È anche la storia dell’incontro tra un tredicenne ebreo e Monsieur Ibrahim, un vecchio musulmano che viene dal Corno d’Oro, proprietario di una drogheria. Mondi che si incontrano, coabitano, in un invito al rispetto delle identità altrui e alla ricerca delle radici comuni “oltre le barriere delle lingue, delle nascite, delle fedi”. Una religione fatta di saggezza, amore per il bello e per la vita, tolleranza: i «fiori» del testamento spirituale di Monsieur Ibrahim. 

sabato 4 maggio ore 21 – domenica 5 maggio ore 16

I BUGIARDINI e Altra Scena

B.L.U.E. il musical completamente improvvisato

Dopo i continui sold out torna a Torino B.L.U.E con la compagnia di improvvisazione più famosa d’Italia. Un musical mai visto e che mai sarà possibile rivedere. È questa la magia dell’improvvisazione: grazie ai suggerimenti del pubblico gli attori in scena  realizzeranno un musical unico e irripetibile. Non ci sarà mai un’altra replica simile. La storia, le battute, le canzoni, le musiche e persino le coreografie saranno ideate sul momento dagli attori e dai musicisti che li accompagneranno dal vivo, con risultati ogni volta sorprendenti ed esilaranti. Questo singolare mix tra musical, spontaneità e comicità ha ottenuto un grande successo di pubblico registrando il sold out in ogni teatro. Il musical improvvisato è un genere molto diffuso e affermato nei paesi anglosassoni. I Bugiardini, forti di una lunga esperienza nel campo dell’improvvisazione teatrale, hanno deciso di raccogliere in Italia la funambolica sfida di essere contemporaneamente attori, cantanti, compositori e ballerini e dare vita ad una tournée che sta registrando consensi in ogni città.

da venerdì 5 a domenica 7 aprile

(venerdì e sabato ore 21 – domenica ore 16)

TIZIANA FOSCHI  ANTONIO PISU

Lettere di oppio

di Antonio Pisu – regia Federico Tolardo – produzione Novre

Lettere di oppio è una storia che fa divertire, appassionare e dividere, parlando di dinamiche tra esseri umani eterne nel tempo. 1860: il Regno Unito, a causa delle dispute commerciali per l’oppio, è in guerra con la Cina da diciotto anni. A Londra Margaret Wellington, una nobildonna devota ai suoi abiti eleganti, attende con ansia, da anni, il ritorno dal fronte del marito George. A farle compagnia, nelle sue lunghe giornate di attesa, è Thomas, un giovane, cinico ma fidato maggiordomo, il cui compito è quello di rassicurare Margaret, leggendo e interpretando, in maniera piuttosto eccentrica e su richiesta della donna, la corrispondenza del marito in guerra. Quello che la signora Wellington ignora è che il marito è morto, ma Thomas, per paura di perdere il lavoro, le legge delle finte lettere scritte da lui stesso. In un gioco tra sogno e realtà i pensieri dei due protagonisti si sfidano, instaurando un rapporto intimo, divertente, profondo.

da giovedì 9 a domenica 12 maggio

(da giovedì a sabato ore 21 – domenica ore 16)

PIETRO LONGHI  MIRIAM MESTURINO

I signori Barbablù

di Gerald Verner – regia Silvio Giordani – produzione C.T.A.  Centro Teatrale Artigiano

In un cottage della campagna inglese arrivano i nuovi affittuari: due coniugi non più giovanissimi, freschi di matrimonio. Si sono sposati appena conosciuti: il cosiddetto colpo di fulmine!

L’isolamento della casa circondata dal bosco, solo i rumori della natura, nessun villaggio nelle vicinanze, sembrano presagire una bella e rilassante luna di miele. Ma è bene essersi sposati in fretta? Non sarebbe stato meglio approfondire la conoscenza, apprendere i rispettivi gusti, scoprire le abitudini o le piccole manie di entrambi? Forse no, ma anche sì!!! Ed ecco che ora dopo ora, giorno dopo giorno, il vero carattere dei due viene alla luce, e non tutto sembra o è come ciascuno aveva immaginato dell’altro. Ed ecco che quello che pareva un matrimonio felice si avvia a diventare una trappola “mortale”… Le sorprese non tarderanno ad arrivare ed il finale sorprenderà tutti, anche e soprattutto gli spettatori! 

Abbonamenti al Teatro Erba

ABBONAMENTI TORINO SPETTACOLI in vendita dal 6 giugno sera

ENTRO 15 LUGLIO: SCONTO “SPECIALE CONFERENZA” + SPECIALE “GIUSEPPE ERBA”*

(acquisto abbonamenti anche a distanza -info: 011.6618404 info@torinospettacoli.it)

*speciale Giuseppe Erba: acquistando il tuo abbonamento entro il 15 luglio, hai diritto ad acquistare 1 o 2 biglietti alla tariffa esclusiva “estiva” di € 10 (anziché 24-26) a biglietto per una data a scelta (eccetto 31.12) di uno di questi spettacoli: La Locandiera, Forbici Follia, Un curioso accidente, Shakespeare per 2, Trappola per topi.

13 SETTEMBRE: SCADENZA PRELAZIONE “vecchi abbonamenti” (posto fisso e sconto rinnovo)

15 SETTEMBRE: INIZIO VENDITA BIGLIETTI SINGOLI cartelloni Fiore occhiello, Grande Prosa, Per Farvi Ridere

Abbonamento “Fiore all’occhiello”:

FIORE GRANDE e GIOVANE a 10 SPETTACOLI:

FIORE GRANDE: platea o galleria € 250 (nuovi abbonati) – ridotto (rinnovi, gruppi, convenzionati) € 215

speciale conf stampa (acquisto entro 15.7.18): nuovi abbonati € 230 – rid (rinnovi, gruppi, convenzionati) € 200

FIORE GIOVANE per i nati dal 1992 su presentazione documento: p.unico platea e galleria € 150 (nuovi abbonati e rinnovi)

SPETTACOLI  FISSI: Guerra dei Roses – Caffè nero – Con tutto il cuore – Famiglia Addams – Otto Donne 

Elenco date in abbonamento a giorno e posto fisso per Abbonati Fiore Grande e Giovane

MARTEDI’ SERA: Guerra Roses (6/11) – Caffè nero (20/11) – Con tutto il cuore (8/01) – Fam. Addams (26/02) – Otto Donne (12/03)

MERCOLEDI’SERA: Guerra Roses (7/11) – Caffè nero (21/11) – Con tutto il cuore (9/01) – Fam. Addams (27/02) – Otto Donne (13/03)

GIOVEDI’ SERA: Guerra Roses (8/11) – Caffè nero (22/11) – Con tutto il cuore (10/01) – Fam. Addams (28/02) – Otto Donne (14/03)

VENERDI’ SERA: Guerra Roses (9/11) – Caffè nero (23/11) – Con tutto il cuore (11/01) – Fam. Addams (01/03) – Otto Donne (15/03)

SABATO SERA: Guerra Roses (10/11) – Caffè nero (24/11) – Con tutto il cuore (12/01) – Fam. Addams (02/03) – Otto Donne (16/03)

DOMENICA POM: Guerra Roses (11/11) – Caffè nero (25/11) – Con tutto il cuore (13/01) – Fam Addams (03/03) – Otto Donne (17/03)

+ 5 SPETTACOLI A SCELTA TRA i cartelloni Il Fiore all’occhiello,

Festival di Cultura Classica, Grande Prosa, Per Farvi Ridere e Festival dell’Operetta (salvo limitazioni Compagnie)

2 Donne Aggiungi posto a tavola (inseribile in Fiore Grande, 3+3, 5+5 per max 400 abb a replica) – Alta infedeltà – Anfitrione – Antigone Arte saper invecchiare (L’) – Autunno di fuoco – Bal (Le) – Bambola maledetta –  Belvedere – Bonsoir Varietà – B.L.U.E.- C Factor  Casalinghi disperati – Caveman – Chapeau – Che disastro commedia – Cin Ci Là – Come è bello – Comedy ring – Commedia 3 dracme (La) – Compatibilmente – Conte Tacchia (ins in Fiore grande, 3+3 e 5+5 per max 400 abb e nel +1 di Grande Prosa per max 100 abb, per ciasc data)

Coraggio fa 90! (Il) – Curioso Accidente – Delitto e Castigo (inseribile in Fiore grande, 3+3 e 5+5 per max 400 abb e nel +1 di Grande Prosa per max 50 abb, per ciascuna data) Divina (La) – Don Chisciotte – E’ uomo per me – Felicità tour (inseribile 5 e 7 aprile Fiore Grande e 5+5, max 400 abb a data) Forbici Follia (eccezion compreso 31/12) – Giocando con Orlando (inseribile in Fiore grande, 3+3 e 5+5 per max 400 abb e nel +1 di Grande Prosa per max 50 abb, per ciascuna data) Governante (La) – Grease – Ladyvette – Leonardo – Lettere di oppio – Locandiera  Maratona New York – Maruzza – Momento difficile – Momix Alice –  Monsieur Ibrahim -Non mi hai più detto ti amo (inseribile in Fiore Grande, 3+3, 5+5 e nel +1 di Grande Prosa, per max 300 abb per ciascuna data) – Non una di meno – Non si uccidono i cavalli – Notte di follia

Oh dio mio – Paese Campanelli – Per sempre malgrado tutto – Pesce d’aprile- Peter Pan (inseribile nelle formule di abbonamento Fiore grande, 3+3 e 5+5 per max 300 abb a replica) – Piccolo principe – Pomo Discordia – Principessa Czardas – Processo a un seduttore  Quartet – Regalo di Natale – Rudens – Scugnizza – Shakespeare in love (inseribile 29 nov e 2 dic in Fiore grande, 3+3 e 5+5 per max 400 abb e nel +1 di Grande Prosa per max 50 abb) Shakespeare per 2  Signori Barbablù – Singles – Stasera si cena a letto  – Stomp – Soldato fanfarone (inseribile in Fiore Grande e Giovane, 3+3, 5+5 e Grande Prosa, max 300 abb) Vedova Allegra – Vita da Zingara – Trappola per topi (eccezionalmente compreso 31/12) –Tre Jolis – W le donne 

Abbonamento “Grande Prosa”:

7 SPETTACOLI A SCELTA TRA: 2 Donne – Alta infedeltà – Anfitrione – Antigone – Arte saper invecchiare (L’) – Autunno di fuoco  Belvedere Caffè nero per Poirot (sia repliche Alfieri che Gioiello) Bal (Le) – Bambola maledetta (La) – Casalinghi disperati  Caveman – Chapeau – Che disastro di commedia –  Commedia 3 Dracme (La) – Coraggio fa 90 (Il)  – Curioso accidente (Un) Divina (La) – Don Chisciotte È l’uomo per me – Forbici follia (eccez compreso 31/12, max 50 abbonati) – Gelindo-Governante (La)  Guerra dei Roses (La) – Lettere di oppio – Locandiera (La) – Leonardo – Maratona New York – Maruzza Musumeci – Momento difficile – Monsieur Ibrahim – Non si uccidono cavalli – Non una di meno – Notte di follia – Oh dio mio! – Per sempre malgrado  Pesce aprile – Piccolo principe – Processo seduttore – Quartet – Rane+Antigone – Regalo Natale- Rudens – Scarfalietto  Shakespeare per 2  Signori Barbablù – Singles – Soldato fanfarone (inseribile in Fiore Grande e Giovane, 3+3, 5+5 e Grande Prosa, max 300 abb) –  Stasera si cena – Trappola (eccez compreso 31/12, max 50 abbonati) Tre Jolis W le donne   

+ 1 SPETTACOLO A SCELTA TRA i cartelloni Fiore all’occhiello, Festival Cultura Classica,

Grande Prosa, Per Farvi Ridere e Festival dell’Operetta (salvo limitazioni dettate dalle Compagnie)

GRANDE PROSA: p.unico € 152 (nuovi abbonati) – ridotto (rinnovi, gruppi, convenzionati) € 124

speciale conferenza stampa (acquisto entro il 15.7.18): p. unico € 120

GRANDE PROSA GIOVANE per i nati dal 1992 su presentazione documento: prezzo unico nuovo abbonato o rinnovo € 104 

Abbonamenti “Festival operetta”

a 2 spettacoli: nuovi Abbonati e rinnovi € 35 – speciale conf stampa (entro 15.7.18): p. unico € 32

a 3 spettacoli: nuovi Abbonati e rinnovi € 45 – speciale conf stampa (entro 15.7.18): p. unico € 39

a 4 spettacoli: nuovi Abbonati e rinnovi € 56 – speciale conf stampa (entro 15.7.18): p. unico € 52 

Abbonamento “Piemonte in scena”  3 spettacoli a scelta tra:

Come è bello – Ciao Sumà – Na seira –Scarfalietto – Piccolo principe – Rane+Antigone – Gelindo  € 30

Abbonamento “5+5 Torino Spettacoli” a 10 spettacoli (platea Alfieri da fila M compresa, nessuna limitaz per la galleria)

platea o galleria € 245 (nuovi abbonati) – ridotto (rinnovi, gruppi, convenzionati) € 230

speciale conferenza stampa (acquisto entro il 15.7.18): nuovi abbonati € 225 – rid (rinnovi, gruppi, convenzionati) € 215

5 SPETTACOLI A SCELTA TRA i cartelloni FIORE ALL’OCCHIELLO e OPERETTA: Aggiungi posto a tavola (inseribile in Fiore Grande, 3+3, 5+5 per max 400 abb a replica) Bonsoir Varietà – C Factor – Caffè nero (sia repliche Alfieri che Gioiello) – Cin Ci Là – Comedy ring  Compatibilmente – Con tutto il cuore – Conte Tacchia (ins in Fiore grande, 3+3 e 5+5 per max 400 abb e nel +1 di Grande Prosa per max 100 abb, per ciasc data)  Delitto castigo (ins in Fiore grande, 3+3 e 5+5 per max 400 abb e nel +1 di Grande Prosa per max 50 abb, per ciasc data)  – Famiglia Addams – Felicità Tour (ins 5 e 7 aprile Fiore Grande e 5+5, max 400 abb a data) – Forbici follia (eccez compreso 31/12) – Giocando con Orlando (ins in Fiore grande, 3+3 e 5+5 per max 400 abb e nel +1 di Grande Prosa per max 50 abb, per ciasc data) Grease – Guerra Roses – Leonardo – Momix Alice – Non mi hai più detto (ins in Fiore Grande, 3+3, 5+5 e nel +1 di Grande Prosa, per max 300 abb per ciascuna data)   Otto donne – Paese Campanelli – Peter Pan (ins in Fiore grande, 3+3 e 5+5 per max 300 abb a replica) – Piccolo principe – Pomo discordia – Principessa Czardas –Scugnizza Shakespeare in love (ins 29 nov e 2 dic in Fiore grande, 3+3 e 5+5 per max 400 abb e nel +1 di Grande Prosa per max 50 abb) Soldato (ins in Fiore Grande e Giovane, 3+3, 5+5 e Grande Prosa, max 300 abb) Stomp – Trappola (eccez compreso 31/12) – Vedova allegra – Vita Zingara   

+ 5 SPETTACOLI A SCELTA TRA i cartelloni PER FARVI RIDERE, FESTIVAL CULTURA CLASSICA e GRANDE PROSA:

2 Donne – Alta infedeltà – Anfitrione – Antigone – Arte saper invecchiare – Autunno di fuoco – Bal (Le) – Bambola maledetta

Belvedere – B.L.U.E. – Caffè nero (sia repliche Alfieri che Gioiello) – Casalinghi – Caveman – Chapeau – Che disastro commedia  – Come è bello – Commedia 3 Dracme – Coraggio 90 – Curioso – Divina (La) – Don Chisciotte – È l’uomo –  Forbici  (eccez compreso 31/12) – Governante Ladyvette – Lettere oppio –  Locandiera – Maratona N.York – Maruzza – Momento difficile – Monsieur Ibrahim – Non si uccidono Non una  – Notte follia –  Oh dio mio! – Per sempre – Pesce aprile – Processo – Quartet – Regalo  Rudens –  Shakespeare per 2  Signori Barbablù – Singles – Soldato (eccez compreso 31/12) – Stasera si cena – Trappola  (eccez compreso 31/12) – Tre Jolis – W Donne 

Abbonamento “3+3 Torino Spettacoli” a 6 spettacoli (platea Alfieri da fila M compresa, nessuna limitaz per la galleria)

platea o galleria € 153 (nuovi abbonati) – ridotto (rinnovi, gruppi, convenzionati): € 141

speciale conferenza stampa nuovi abbonati e rinnovi (acquisto entro il 15.7.18): p. unico  € 138

3 SPETTACOLI A SCELTA TRA i cartelloni FIORE OCCHIELLO e OPERETTA:

Aggiungi posto a tavola (inseribile in Fiore Grande, 3+3, 5+5 per max 400 abb a replica) Bonsoir Varietà C Factor Caffè nero (sia repliche Alfieri che Gioiello) Cin Ci Là – Comedy ring – Compatibilmente – Con tutto il cuore – Conte Tacchia (ins in Fiore grande, 3+3 e 5+5 per max 400 abb e nel +1 di Grande Prosa per max 100 abb, per ciasc data) – Delitto e castigo (inseribile in Fiore grande, 3+3 e 5+5 per max 400 abb e nel +1

di Grande Prosa per max 50 abb, per ciascuna data) Famiglia Addams – Forbici follia (eccez compreso 31/12) – Giocando Orlando (ins in Fiore grande, 3+3 e 5+5 per max 400 abb e nel +1 di Grande Prosa per max 50 abb, per ciascuna data) – Grease – Guerra dei Roses – Leonardo – Momix Alice – Non mi hai più detto ti amo (ins in Fiore Grande, 3+3, 5+5 e nel +1 di Grande Prosa, per max 300 abb per ciascuna data)  Otto donne Paese Campanelli – Peter Pan (ins in Fiore grande, 3+3 e 5+5 per max 300 abb a replica)  -Piccolo principe – Pomo discordia – Principessa Czardas – Scugnizza – Shakespeare in love (ins 29 nov e 2 dic in Fiore grande, 3+3 e 5+5 per max 400 abb e nel +1 di Grande Prosa per max 50 abb) Soldato fanfarone (ins in Fiore Grande e Giovane, 3+3, 5+5 e Grande Prosa, max 300 abb) Stomp – Trappola (eccez compreso 31/12) Vedova – Vita Zingara   

+ 3 SPETTACOLI A SCELTA TRA i cartelloni FESTIVAL CULTURA CLASSICA, PER FARVI RIDERE  e GRANDE PROSA:

2 Donne – Alta infedeltà – Anfitrione – Antigone – Arte invecchiare – Autunno di fuoco – Bal (Le)- Bambola – Belvedere B.L.U.E.  Caffè nero (sia repliche Alfieri che Gioiello) – Casalinghi disperati – Caveman – Chapeau – Che disastro di commedia – Come è bello  Commedia 3 Dracme – Coraggio 90 – Curioso accidente – Divina (La)-  Don Chisciotte – È l’uomo – Forbici (eccez compreso 31/12)  Governante – Ladyvette – Lettere oppio – Locandiera – Maratona N.York – Maruzza – Momento difficile – Monsieur Ibrahim  Non si uccidono cavalli – Non una di meno – Notte follia –  Oh dio mio! – Per sempre – Pesce aprile – Processo  – Quartet- Regalo  Rudens – Shakespeare per 2  – Signori Barbablù – Singles – Soldato (inseribile in Fiore Grande e Giovane, 3+3, 5+5 e Grande Prosa, max 300 abb)

Stasera si cena a letto – Trappola per topi (eccezionalm compreso 31/12) – Tre Jolis – W le donne  

Abbonamento “Per Farvi Ridere”:

3 SPETTACOLI A SCELTA TRA: 2 Donne – Alta infedeltà (inseribile 27 febbraio e 5 e 6 marzo) Anfitrione- Bal (Le)-Belvedere – B.L.U.E.

C Factor- Caffè nero Poirot (solo repliche Gioiello) – Casalinghi disperati (inseribile 28 marzo) –  Caveman – Chapeau – Che disastro commedia Ciao Sumà – Come è bello – Commedia 3 Dracme (La) – Curioso accidente (Un) – Divina(La)- È l’uomo – Forbici follia (escluso 31/12)  Gelindo – Ladyvette – Leonardo – Locandiera – Maruzza – Na Seira  – Non si uccidono cavalli – Notte follia (ins 24 gennaio) Oh dio mio  Per sempre – Piccolo principe – Pomo discordia (ins 3 maggio) – Quartet – Rane+Antigone – Rudens – Scarfalietto –Shakespeare per 2   Singles (ins 11,13,15,16 e 17 gen)  Signori Barbablù – Soldato – Stasera si cena – Trappola (escluso 31/12) -Tre Jolis -W le donne (ins 9 e 11 nov)

+1 SPETTACOLO A SCELTA TRA: Anfitrione – Caffè nero – Commedia 3 Dracme – Curioso accidente – Forbici (escluso 31/12) – Gelindo  Locandiera – Oh dio mio! – Piccolo principeRane+Antigone -Rudens – Shakespeare per2  Soldato – Trappola (escluso 31/12)

posto unico € 62 speciale conferenza stampa (entro 15.7.18): p. unico € 58 

Abbonamenti “Festival di cultura classica”:

-a 3 spettacoli a scelta tra tutto il Festival: € 39 – speciale studenti e docenti € 24 

-a 2 spettacoli a scelta tra tutto il Festival: € 27 – speciale studenti e docenti € 16

Abbonamento MARATONA PLAUTINA (3 Dracme – Rudens – Soldato fanfarone) p.unico € 33 – speciale studenti e docenti € 21 

N.B. Agli Abbonati 18-19 sono riservati fino a 4 biglietti ridotti per ogni spettacolo programmato da T.Spettacoli nei Teatri Erba, Alfieri e Gioiello e nei Festival con i quali collabora (Teatro a Palazzo Chiablese a Torino, Ferie Augusto a B.Vagienna). Gli Abbonati possono cambiare gratuitamente fino a 2 date degli spettacoli in abbonamento.

Regolamento Biglietteria Torino Spettacoli: nei Teatri Erba, Alfieri e Gioiello e al sito www.torinospettacoli.it.

Come arrivare al Teatro Erba, Torino

Anna Bruno

Se vuoi rimanere aggiornato su Teatro Erba Torino: la stagione 2018/2019 iscriviti alla nostra newsletter settimanale


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*