“Teatro Lovaglio”, Venosa: Teatri Uniti di Basilicata 2019

Al via la stagione 2019 del Teatro Lovaglio di Venosa (PZ), anche quest’anno a cura dei Teatri Uniti di Basilicata che raggruppa stagioni dei teatri di diversi centri della regione.

Teatro Lovaglio, VenosaTeatro Lovaglio, Venosa

La programmazione del Teatro Lovaglio, Venosa

Al via la stagione 2019 del Teatro Lovaglio di Venosa (PZ), anche quest’anno a cura dei Teatri Uniti di Basilicata che raggruppa stagioni dei teatri di diversi centri della regione.

21 Gennaio 2019 ore 20,30

SERENDIPITY

Serena Dandini approda a teatro con un’opera buffa che mescola il reading alla musica, “distrurbata” dagli interventi comici di Germana Pasquero. Tutto ha inizio da una semplice domanda di pensione che la protagonista ingenuamente pensa di poter ottenere dopo anni di onorata carriera. Ma l’insano desiderio si scontra con l’implacabile Legge Fornero che ha già rigettato milioni di inconsapevoli italiani. A negarglielo in scena è la Fornero in persona o meglio la sua migliore incarnazione (Germana Pasquero) che con il cinismo lacrimoso ormai noto toglie ogni speranza alla malcapitata. Inutili le rievocazioni di vicende, avventure, passioni e fallimenti che hanno costellato la sua avventura lavorativa: un’intervista-interrogatorio “non richiesta” da parte di una sulfurea Leosini (sempre Germana Pasquero) inchioda la Dandini alle sue responsabilità, svelando anche lati oscuri della sua vita. Dalla passione per i giardini a quella per la musica, dalle ossessioni per le cose inutili alle numerose debolezze, tutto viene messo a nudo senza pietà dal più famoso pubblico ministero della tv italiana. Una serata atipica, più che altro un happening sgangherato che si snoda tra comicità irriverente e riflessioni semi-serie, ma anche serissime, sul destino del genere femminile nel nostro paese.

11 Marzo 2019 ore 20,30

IL TESTIMONE

n ritratto del magistrato Giacomo Ciaccio Montalto, uomo colto, appassionato di letteratura e di musica, amante della libertà, innamorato del mare, impegnato a indagare i rapporti tra la mafia di Trapani e i narcotrafficanti e assassinato. Un pezzo di storia contemporanea, dimenticato dalla memoria collettiva, tratteggiato seguendo oggettivamente i fatti precedenti e successivi l’assassinio.
Ciaccio Montalto è il primo magistrato che si impegna contro la mafia del trapanese, legata a filo doppio con quella americana. È solo a Trapani, ma ha un amico a Roma: il giudice Mario Almerighi a cui confida le proprie paure e indagini: la mafia ha contatti anche nel Tribunale di Trapani. Il 25 gennaio 1983 Ciaccio Montalto viene barbaramente assassinato. Nel 1993 Andreotti è messo sotto processo per concorso esterno in associazione mafiosa. Venti anni dopo la morte del suo amico, Mario Almerighi decide di testimoniare su quanto a sua conoscenza al Processo Andreotti: per Giacomo, per il suo coraggio, per la loro amicizia, per la verità.

scritto da Mario Almerighi e Fabrizio Coniglio
diretto e interpretato da Bebo Storti e Fabrizio Coniglio

2 Aprile 2019 ore 20,30

ROGER

L’azione si svolge interamente su un campo da tennis e rappresenta un’immaginaria partita tra un generico numero due e l’inarrivabile numero uno del tennis di tutti i tempi, un campionissimo di nome Roger. Un monologo su un tennista che da anni deve affrontare Federer ed anche, in qualche modo, Dio… senza riuscirvi. Nel corso della pièce evoca la partita che dovrebbe disputare e che, forse, si è già disputata, ma che è finita e non poteva che finire con la sua sconfitta.
La rappresentazione è completamente affidata alla centralità della parola e dell’attore e in scena sono presenti solo le poche righe bianche che disegnano un campo da tennis e due sedie, quelle sulle quali nei cambi campo i tennisti si riposano. Grazie alla forza interpretativa di Emilio Solfrizzi gli spettatori riescono comunque a vedere il campo, l’arbitro, la palla, la racchetta, i colpi.

scritto e diretto da Umberto Marino
con Emilio Solfrizzi 
scene Francesco Ghisu
luci Giuseppe Filipponio
Cooproduzione con Leave Music
in collaborazione con Pierfrancesco Pisani
musiche Paolo Vivaldi

Come arrivare al Teatro Lovaglio, Venosa

Via Roma, 24, 85029 Venosa

Spettacoli Teatro Lovaglio Venosa


Anna Bruno

Se vuoi rimanere aggiornato su “Teatro Lovaglio”, Venosa: Teatri Uniti di Basilicata 2019 iscriviti alla nostra newsletter settimanale


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*