“E allora cadi” al Teatro dell’Angelo di Roma

Dal 26 al 29 Aprile 2018, al Teatro dell’Angelo di RomaAntonello Avallone (anche regia) e Francesco Marioni in “E allora cadi” di  Francesco Marioni.

E allora cadi, locandinaE allora cadi, locandina

Gianmaria è un uomo sulla cinquantina, proprietario di una piccola libreria in una zona periferica e poco frequentata di Roma. Vedovo da qualche anno, si è ritrovato a gestire da solo un’attività che ormai non porta praticamente alcun guadagno. I debiti si accumulano, così come l’amarezza di non sapere come pagarli e la vergogna di sentirsi sempre in dovere nei confronti di qualcuno. Elìas è un ventisettenne romano di borgata, figlio di genitori assenti, semplici, educato ai valori della mera sopravvivenza.

E’ cresciuto per la strada insieme ad altri delinquenti come lui e oggi gira col suo motorino senza una direzione, né in strada né nella vita. Vive di espedienti: qualche passamano, qualche furtarello e qualche rapina in piccoli negozi di periferia. Due esistenze che percorrono vie opposte ma destinate a incontrarsi una sera come un’altra, quando Elìas decide di entrare nella libreria di Gianmaria armato del suo coltello da salumiere. “Una semplice rapina” pensa il ragazzo, un colpo sicuro nella piccola libreria ancora aperta alle nove di sera. Non sa che, come dice Gianmaria “le cose cambiano velocemente”.

La situazione si ribalta in un batter d’occhio: Gianmaria inaspettatamente tira fuori una pistola e chiude il negozio con il rapinatore dentro. Ora è lui a chiedere i soldi a Elìas: tutto quello che ha lo spenderà in libri. E li leggeranno insieme, altrimenti lui li butterà via. “L’unico modo di inibire la violenza è attraverso l’arte” diceva Oscar Wilde, “non me ne frega un cazzo”, risponde Elìas sempre più disgustato. Preferirebbe che gli sparasse, piuttosto che ascoltare un’altra poesia o un altro stralcio di libro. Gianmaria lo sfida, lo mette alla prova, lo provoca: uno è un delinquente, sì, ma in fondo è lui quello armato tra i due. Elìas, nella sua semplicità, si dimostra più profondo di quello che vuol far sembrare. Chiusi per un paio d’ore nella tranquillità del piccolo negozio isolato, i due troveranno alcuni punti di contatto inaspettati, una stima reciproca che non vuole essere dichiarata, ma c’è. Elìas capirà con vergogna l’assurdità della sua intenzione di rapinare qualcuno che forse sta peggio di lui, Gianmaria farà i conti con un punto di vista che non conosceva e che gli aprirà gli occhi nel momento più sbagliato. Poi l’inaspettato: la polizia bussa alla serranda. Che cosa è successo? Chi l’ha chiamata? Gianmaria ha fatto tutto questo per incastrare Elìas? O forse sta nascondendo un segreto più grande?

Dal 26 al 29 Aprile 2018, al Teatro dell’Angelo di RomaAntonello Avallone (anche regia) e Francesco Marioni in “E allora cadi” di  Francesco Marioni. Scene e costumi di Red Bodò.

ORARI REPLICHE:  dal giovedì al sabato ore 21.00  – domenica ore 17.30

PREZZI BIGLIETTI: Intero  € 20,00 –  ridotto € 18,00  – ridotti cral € 16,00

from to
Teatro Teatro Roma
Teatro dell'Angelo Via Simone de Saint Bon, 19 - 00195 Roma Mappa

Se vuoi rimanere aggiornato su “E allora cadi” al Teatro dell’Angelo di Roma iscriviti alla nostra newsletter settimanale


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*