Teatro Linguaggicreativi: stagione 2022/2023

Programma da ottobre a dicembre 2022 della Stagione TREDICI di Teatro Linguaggicreativi di Milano.

Teatro LinguaggicreativiTeatro Linguaggicreativi

Programma da ottobre a dicembre 2022 della Stagione TREDICI di Teatro Linguaggicreativi di Milano.

Programmazione Teatro Linguaggicreativi, Milano

4 ottobre 2022

h 20:00

APERITIVO OFFERTO PER FESTEGGIARE L’INAUGURAZIONE DELLA STAGIONE

h 20:45

ALISON COTTON

live Alison Cotton

in apertura reading con Valentina Rho

Evento in collaborazione con Swampbooking

Martedì 4 ottobre riparte la stagione dei concerti di Teatro Linguaggicreativi con il live di Alison Cotton, musicista e compositrice londinese, che per l’occasione presenterà il nuovo album “The portrait you painted of me” recentemente licenziato dalla prestigiosa etichetta Rocket Recordings e che la stampa inglese (“The Guardian”, “Quietus”) ha già inserito tra i titoli folk dell’anno definendolo “un incantesimo misterioso dalla narrazione cinematografica”.

Le composizioni di Alison sono lunghe suite senza tempo per viola, harmonium e voce, capaci di evocare i fantasmi del folklore e della tradizione inglese attraverso un sound suggestivo e arcano dal forte impatto immersivo.

In apertura l’attrice Valentina Rho leggerà alcuni brani della letteratura inglese che hanno ispirato l’immaginario di Alison nella creazione del disco.

Dalle h 20:00 verrà offerto al pubblico un piccolo aperitivo per festeggiare l’inaugurazione della stagione TREDICI di Teatro Linguaggicreativi. Il concerto inizierà alle 20:45.

7.8.9 ottobre 2022

venerdì h 20:30 • sabato h 20:00 • domenica h 19:00

BOBBY & AMY

di Emily Jenkins
traduzione di 
Natalia di Giammarco
con 
Mauro Lamantia e Margherita Varricchio
regia 
Silvio Peroni
produzione 
KHORA.TEATRO e Compagnia Mauri Sturno

Siamo alla fine degli anni Novanta: Take That, Tamagotchi e caramelle alla frutta. Quando Bobby e Amy, entrambi di 13 anni, si incontrano, centinaia di mucche punteggiano i campi e il sole splende sempre ma quando l’afta epizootica colpisce le comunità agricole nell’Inghilterra rurale, le mucche iniziano a morire e la sonnolenta città di Cotswold deve affrontare una catastrofe che cambierà la loro vita per sempre.

Due attori interpretano il colorato mix di personaggi – esattamente 18 – della cittadina di provincia, trasformando la banale realtà quotidiana in un paesaggio onirico, poetico e nostalgico. Dal proprietario di un bar al farmacista, dai genitori ai bulli della scuola. Un affresco di vite e storie che gravitano attorno ai due protagonisti Bobby e Amy.

Entrambi emarginati; Bobby non riesce a sviluppare interazioni sociali, Amy si è chiusa in sé stessa dopo la morte del padre. Queste due solitudini son destinate ad incontrarsi e quando si uniranno per aiutare un contadino nel suo lavoro, la vita in due diventerà un po’ più facile.

Bobby & Amy parla di amicizia, forse d’amore ma soprattutto di quello che succede quando il nostro modo di vivere è minacciato da chi non lo capisce.

23 ottobre 2022

h 20:45

MAI MAI MAI

live Mai Mai Mai

in apertura reading con Gabriele Genovese

Evento in collaborazione con Swampbooking

“Mai Mai Mai” è la maschera rituale dietro cui si cela il musicista Toni Cutrone che presenterà a Teatro Linguaggicreativi i brani del nuovo disco “Rimorso” recentemente uscito per Maple Death Records.

“Mai Mai Mai” è una creatura musicale in continua mutazione che si nutre di ispirazioni e di un immaginario sempre nuovi e differenti, I canti popolari del mediterraneo e il folklore tradizionale del Sud Italia vengono squarciati da beat pulsanti e field recordings che ridefiniscono la geografia del suono creando l’effetto di una trance sciamanica senza confini.

In apertura reading di Gabriele Genovese.  I canti e le tradizioni della Puglia prima e dopo la Guerra. Odore di polvere e miseria, di tabacco e di mare. Storie di straccioni, di porci e di re. Storie vere e magiche.

28.29.30 ottobre 2022

venerdì h 20:30 • sabato h 20:00 • domenica h 19:00

ZELDA Vita e Morte di Zelda Fitzgerald

Regia e drammaturgia Giorgia Cerruti e Davide Giglio

Con Giorgia Cerruti

progetto Bio_Grafie

produzione Piccola compagnia della magnolia

Artista eccentrica e poliedrica, moglie dello scrittore Francis Scott Fitzgerald. Autrice nel 1932 del meraviglioso romanzo autobiografico “Lasciami l’ultimo valzer”. Morì all’età di quarantotto anni in circostanze oscure nell’incendio dell’ospedale psichiatrico in cui era ricoverata a causa della sua instabilità mentale dovuta ad una grave forma di schizofrenia. Una donna dagli atteggiamenti anticonvenzionali e spregiudicati considerata una proto-femminista. Zelda e Fitzgerald, uniti da una straziante e struggente storia d’amore, sono stati un’icona della nuova Età del jazz in America e successivamente sono diventati negli anni ’20 un modello per l’Europa, attraversata dalla coppia durante i lunghi ed estenuanti ricoveri di Zelda.

Sull’ultimo giaciglio dell’artista, sola e convalescente per congestione d’idee in un letto di un oscuro ospedale psichiatrico della provincia americana, si ripropongono le parole di una Zelda già in attesa della morte otto anni dopo il compagno.

E da sotto il lenzuolo vengono estratti come rigurgiti dell’anima i simboli di una vita: un pegno d’amore di Scott, carte, lettere, giornali, fotografie. Al pari della Winnie beckettiana, Zelda sopravvive in un atollo di detriti di vita, tenacemente spolverati per inseguire l’ombra di un’ipotetica felicità: entrambe metafora di un mondo che le ha partorite e che ora le inghiotte. E poco importa è che quel mondo sia specchio del banale o del sublime quotidiano: un solo brivido di felicità, qualunque esso sia, vale l’intero arco di un’esistenza.

3 novembre 2022

h 20:45

OF THE WAND AND THE MOON

live Of the Wand and the Moon

Evento in collaborazione con Swampbooking

“Of the Wand and the Moon” è il progetto solista del danese Kim Larsen attivo a Copenhagen fin dal 1998. Divenuto negli anni uno dei nomi di riferimento della scena dark/neofolk nordeuropea, Kim Larsen torna nel 2021 con un nuovo album “Your Love can’t hold your wreath of sorrow” che sposta significamente il sound verso una forma di cantautorato anni 60/70 affine per sensibilità ad autori come Leonard Cohen, Serge Gainsbourg e Lee Hazelwood.

Un disco malinconico e autunnale, contemporaneamente solenne e meditativo, che la dimensione intima e raccolta della sala di Teatro Linguaggicreativi permetterà di apprezzare in tutte le sue sfumature.

11.12.13 novembre 2022

venerdì h 20:30 • sabato h 20:00 • domenica h 19:00

È LA NATURA DELLE COSE CHE È COSÌ

di e con Sara Di Matteo
regia di Paolo Trotti

produzione Teatro Linguaggicreativi

Lo spettacolo “È la natura delle cose che è così. Sproloquio tragico esilarante” parla del disorientamento di fronte alle cose che cambiano, le cose che passano mentre il tempo scorre. Parla della paura di morire ma anche di quella di vivere. Della fatica di fronte al cambiamento.
Lo fa in modo divertente, a tratti tenero, a volte svelando il lato più laido che vede il personaggio in scena carnefice-vittima di sé stesso. Con una rabbia che è comicamente tragica, ne racconta tutto l’umano spavento.

Nello spettacolo, che è nato in work in progress con una connotazione di forte interazione con il pubblico in quella, che citando Kaufman è una sorta di no stand up comedy, parlo della fatica di orientarsi nella vita che è spiazzante, a tratti terrificante, per farlo: in scena una sedia e un uomo con una scatola che aspetta.
Un luogo di attesa, dove la circolarità del testo e del tempo, scanditi dall’avvicendarsi di ricorrenze e stagioni, segna il passaggio di una vita. Della vita.

Una performance in dialogo continuo con il pubblico chiamato ad essere presente in un gioco paradossale di rispecchiamento. Un monologo che parla al pubblico attraverso un coinvolgimento attivo perché il personaggio in scena ha la necessità di dire a qualcuno quello che dice. Fosse pure uno sproloquio.
Ha bisogno di condividere uno sgomento, ha bisogno di dire che esiste. Ha bisogno di dire il suo amore per la vita nonostante la sua crudeltà.

18.19.20 novembre 2022

venerdì h 20:30 • sabato h 20:00 • domenica h 19:00

HOTEL BLANCO

di Edoardo Ribatto
con Sarah Pesca ed Edoardo Ribatto
regia Edoardo Ribatto
assistente alla regia Sofia Sironi
scenografia Mario Torre
luci e fonica Luca Serra
produzione Teatro della Tosse

residenza Domus Hortus

Sotto un cielo plumbeo, davanti a un mare quasi nero, col sottofondo degli elicotteri e della camionetta della protezione civile che intima di non uscire di casa, assistiamo all’imprevedibile nascere di una storia d’amore nata sotto i peggiori auspici.

È il 12 Novembre 2029. La pandemia non si è mai arrestata. Siamo a Tapla, piccola provincia immaginaria che si affaccia sul mare.

Rolando è un uomo di 55 anni che potremmo definire fallito: vive solo da quasi 15 anni, la sua carriera di scrittore si è arenata molto tempo fa, non ha una vita affettiva, né sociale, tira avanti facendo piccola manutenzione in un modesto Hotel, l’Hotel Blanco.

Soffre di una severa depressione, da anni va avanti a barbiturici e antidepressivi. Decide di compiere un atto assurdo e disperato: contattare via internet una prostituta e pagarla perché stia con lui mentre si suicida.

In questo modo conoscerà Elna, 45 anni, ex attrice, poi escort di lusso, ora una delle tante prostitute in rete, la quale accetta il rischio di incontrare questo timido e garbato cliente a fronte di un buon cachet. Ovviamente Elna non sa niente del vero proposito di Rolando, pensa sia un cliente come un altro.

25.26.27 novembre 2022

venerdì h 20:30 • sabato h 20:00 • domenica h 19:00

QUESTO È IL MIO CORPO

di Paolo Trotti e Simona Migliori

con Simona Migliori

produzione Teatro Linguaggicreativi

Simona Migliori si confronta, attraverso la storia di Italia Donati, ​maestra ventenne, vissuta a fine Ottocento in un piccolo paese della Toscana, con le vessazioni, i pregiudizi e le persecuzioni di cui ieri come oggi le donne sono vittime.

Italia Donati, nata da una famiglia povera di contadini, desiderava solo diventare un’insegnante. Per poterlo fare aveva studiato privatamente e superato l’esame di stato. Al tempo i disagi a cui andavano incontro le maestre erano enormi: classi di cinquanta e più bambini dai sei ai quattordici anni, mancanza di pulizia e servizi igienici, famiglie restie a sottrarre i figli alla campagna per mandarli a scuola. Inoltre, le donne istruite non venivano viste di buon occhio e quindi erano spesso oggetto di maldicenze. Maldicenze che spesso si trasformavano in persecuzioni e calunnie. Atti di violenza che potevano condurre a gesti estremi.
Ed è ciò che accadde a Italia Donati…

Simona Migliori diventa di volta in volta Italia Donati e contemporaneamente i suoi carnefici, coinvolgendo il pubblico in una riflessione sulla leggerezza con cui a volte si interagisce con gli altri esseri umani dimenticando la loro umanità, e la continua oggettificazione del corpo femminile, costantemente presente nella nostra società, secolo dopo secolo.

7.8.9 dicembre 2022

h 19:00

PIAZZA FONTANA Una storia d’amore

di Simona Migliori e Paolo Trotti

con contributi di Alessandro Bertante, Gianni Cervetti, Piero Colaprico, Eugenio Finardi, Letizia Russo

regia Paolo Trotti

con Simona Migliori, Davide Dolores, Michele Agrifoglio e Paolo Trespidi

musica dal vivo Danilo Gallo

produzione Teatro Linguaggicreativi e Artevox Teatro

all’interno del progettoRomeo e Giulietta: un amore di periferia”, vincitore del bando Milano è Viva del Comune di Milano

Lo spettacolo racconta la storia d’amore tra due protagonisti che prende spunto nel suo svolgimento sia dalla canzone di Herbert Pagani “Albergo a ore”, sia dall’intramontabile tragedia di Shakespeare “Romeo e Giulietta”.

La storia d’amore ci accompagna dall’incontro tra un uomo e una donna, un Romeo e una Giulietta moderni e milanesi, alla scoperta del loro amore impossibile perché entrambi sono sposati e hanno una famiglia, in un’epoca in cui in Italia lo sposarsi non per amore era ancora un’abitudine diffusa e il divorzio illegale. Esisteva ancora, infatti, il reato di adulterio (la moglie adultera era condannata alla reclusione). Vediamo i due amanti incontrarsi, innamorarsi, rincorrersi per i luoghi di Milano, darsi ogni giorno appuntamento di nascosto in Piazza Fontana, poi decidere di scappare e coronare il loro sogno proprio il 12 dicembre, giorno dell’esplosione della bomba terroristica.

A questo primo filone drammaturgico si intreccia la storia di Milano nei cinque giorni che precedono lo scoppio della bomba: il clima sociale, culturale, politico di quegli anni. Questi contributi testuali sono stati scritti per noi da importanti esponenti della cultura milanese come Eugenio Finardi noto cantautore milanese, Piero Colaprico scrittore giornalista, Letizia Russo drammaturga e altri ancora. A loro abbiamo chiesto di scrivere appositamente per noi dei brevi racconti riguardanti il loro ricordo di Milano del 1969, e in particolare del 12 dicembre e dei giorni che seguirono, per raccontare l’impatto che un fatto così importante per Milano ha lasciato sul clima emotivo e sociale, sul modo di abitare la nostra bella città dei suoi abitanti dopo un fatto così doloroso.

10.11 dicembre 2022

sabato h 20:00 • domenica h 19:00

HEY ROMEO, HEY JULIET

Scritto e diretto da Alberto Corba

Con Pietro Cavalieri, Cecilia Uberti Foppa, Alessandro Gautiero, Mattia Frigerio, Sonia Litrico, Paolo Agrati

E con i ragazzi del Lab “Buongiorno William” coordinati da Sonia Litrico

Aiuto Regia Eleonora Ripa

Light design Christian Ravanelli

Organizzazione Michelangiola Barbieri Torriani

Scene Eleonora Ripa

Comunicazione Daniela Pulerà

Produzione Teatro dei Lup

all’interno del progettoRomeo e Giulietta: un amore di periferia”, vincitore del bando Milano è Viva del Comune di Milano

La nuova produzione di Teatro dei Lupi sarà interpretata da sei attori professionisti con accanto un gruppo di ragazzi che avranno partecipato al laboratorio di arti performative organizzato all’interno del progetto Romeo e Giulietta: un’amore di periferia”.

16.17 dicembre 2022

h 20:30

CORPI SUL PALCO

A cura di e presentato da Andrea Contin

progetto di Andrea Contin e Teatro Linguaggicreativi

 

Torna dal vivo Corpi sul palco, la rassegna di performance artistiche a teatro inaugurata nel 2019 a Teatro Linguaggicreativi, curata e presentata da Andrea Contin.

Sul palco si alterneranno artisti visivi di livello internazionale, emergenti ed esordienti che usciranno nuovamente dai contesti espositivi abituali, ormai anche diffusamente virtuali, per esibirsi nello spazio simbolico ma concreto della rappresentazione, il palcoscenico del teatro, per il pubblico presente in sala.

  • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

BIGLIETTI

SPETTACOLI

Intero: 15 euro
Ridotto under26 e over65: 10 euro (esibendo carta d’identità)

Ridotto under18: 5 euro (esibendo carta d’identità)
Convenzionati: 12 euro (QUI le realtà convenzionate)
Gruppi minimo 10 persone: 10 euro l’uno
Operatori: 5 euro

CONCERTI

Unico: 10 euro

PERFORMANCE

Ingresso a offerta minima: 5 euro

Biglietti in prevendita online oppure prenotazione necessaria scrivendo a biglietteria@linguaggicreativi.it

TESSERA

Per assistere agli spettacoli di Teatro Linguaggicreativi è obbligatorio essere in possesso della tessera associativa al costo di 1,00€. La tessera deve essere richiesta entro 24 ore prima della data dello spettacolo a cui si vuole assistere. È nominale e deve essere in possesso di ogni partecipante. La tessera sarà consegnata in biglietteria la sera stessa dello spettacolo.

CONTATTI

TEATRO LINGUAGGICREATIVI

Via Eugenio Villoresi, 26 20143 – Milano (MM2 Romolo)

02 8355 8496 • 3274325900

biglietteria@linguaggicreativi.it

Come arrivare al Teatro Linguaggicreativi, Milano


Pubblicato in ,

Se vuoi rimanere aggiornato su Teatro Linguaggicreativi: stagione 2022/2023 iscriviti alla nostra newsletter settimanale


Informazioni su Anna Bruno 305 Articoli
Anna Bruno è giornalista professionista, muove i suoi primi passi come cronista a “La Gazzetta del Mezzogiorno”. Successivamente collabora con gli specializzati in viaggi (travel e food), tra i quali “Viaggi e Sapori” e “Gente Viaggi” e i maggiori magazine di tecnologie. Nel 1998 fonda l’agenzia di comunicazione e Digital PR “FullPress Agency” che edita, dal 2001, FullTravel.it, magazine di viaggi online e VerdeGusto, magazine di food & wine, dei quali è direttore responsabile. Appassionata di fuori rotta, spesso si perde in nuovi sentieri, tutti da esplorare. È autrice di “Chat” (Jackson Libri, Milano, 2001), “Viaggiare con Internet” (Jackson Libri, Milano, 2001), “Comunità Virtuali” (Jackson Libri, Milano, 2002), “Digital Travel” (Dario Flaccovio Editore, Palermo, 2020),  “Digital Food”  (Dario Flaccovio Editore, Palermo, 2020) e dell’e-book “Come scrivere comunicati efficaci”. È delegata dei giornalisti di viaggio delle Marche-Umbria-SUD del GIST (Gruppo Italiano Stampa Turistica). Digital Travel & Food Specialist, relatrice in eventi del settore turistico e food e docente in corsi di formazione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*