Umberto Tozzi, recensione di Non Solo Live

Recensendo il nuovo album doppio di Umberto Tozzi dal titolo Non solo live riscopriamo un cantante che ha sempre lasciato delle orme ben piantate nel cuore della gente con le sue canzoni.

Non Solo LiveUn doppio cd dunque, che raccoglie le grandi hit dal vivo, cinque inediti e due cover confezionate in maniera gradevole. Tozzi con questo album ha voluto riproporre successi passati ma sempre attuali come Notte rosa, Ti amo,

Un doppio cd dunque, che raccoglie le grandi hit dal vivo, cinque inediti e due cover confezionate in maniera gradevole.

Tozzi con questo album ha voluto riproporre successi passati ma sempre attuali come Notte rosa, Ti amo, Io camminerò, Stella stai, Gente di mare, Donna amante mia, Gloria, Si può dare di più, per citarne alcuni, che gli sono valsi oltre 45 milioni di dischi in tutto il mondo, e registrati nel corso del tour che la scorsa estate lo ha visto esibirsi sui palchi di tutta Italia.

Ma scorriamo il disco numero 1 con i pezzi inediti su cui ci si soffermerà in particolar modo: si parte con Anche se tu non vuoi, il primo singolo che ha fatto da apripista a tutto l’intero lavoro.
Pezzo originale con evidente lavoro intimo dove si intrecciano parole, dita e battiti di cuore.

Cerco ancora te è la seconda traccia, un grido quasi muto accompagnato da una chitarra acustica emozionante dove scorrono parole come “l’amore non condanna chi perdona e poi si arrende“, dunque una canzone con l’amore sempre sulle corde.

Forse credo in Dio invece è intrisa di basso e chitarre suonate a regola d’arte.

L’evoluzione del cantante va avanti con il brano Muchacha, una ballata ispirata a una giovanile fuga d’amore del figlio Gianluca.
Le note sono decisamente spagnoleggianti e la voce del cantante molto decisa.

Lullabye goodnight my angel, quinta traccia del disco, è un pezzo con la voce di Tozzi non invadente, ma che di tanto in tanto insaporisce il pezzo con variazioni vocali quasi sussurrate.

Petite Marie (Stella D’Amore), brano del francese Francis Cabrel ,è interpretata in maniera elegante, dalla ritmica precisa e mai invasiva.

Stiamo per volgere al termine del disco Non solo live carico di inediti e di emozioni; il cd scorre lentamente su Oriental Song.
Come cita il titolo, la sonorità è molto orientale, carica di tutta la passione e del coraggio di osare musicalmente altri stili.

Il signor ti amo, termina il disco numero uno con le due ghost tracks Vida e ‘Un corpo e un’anima, ottime; dall’effettistica d’impatto, dove il suono è volutamente minimale, basato su intrecci di chitarre basso e batteria suonati da eccellenti musicisti.

Che aggiungere? Non solo live è un lavoro concreto e studiato finemente per tutti gli amatori di questo grande cantante chiamato Umberto Tozzi.

Etichetta: Momy Records

Punteggio: 8


Alba Cosentino

Clicca su una stella per votare!

Voto medio / 5. Voti:

Se vuoi rimanere aggiornato su Umberto Tozzi, recensione di Non Solo Live iscriviti alla nostra newsletter settimanale