Roberta Bonanno, recensione di Roberta Bonanno

Come un libro cha ha un filo conduttore dolce e penetrante come l’amore, Roberta Bonanno ci regala un album dal titolo omonimo bello, ricco e variegato.

Roberta BonannoSubito salta all’occhio che ogni canzone dell’intero disco potrebbe essere un singolo.Di una raffinatezza unica è la prima traccia dal titolo Per un attimo, dove la calda e duttile voce di Roberta non perde un

Subito salta all’occhio che ogni canzone dell’intero disco potrebbe essere un singolo.
Di una raffinatezza unica è la prima traccia dal titolo Per un attimo, dove la calda e duttile voce di Roberta non perde un colpo seguendo in maniera perfetta la sezione ritmica del brano.
Col Senno Di Poi, secondo pezzo del disco, Roberta Bonanno non si nega nulla, testo e musica ti travolgono, nei versi di questa canzone si parla di destino, di storie di vita passate e future e appunto solo dopo aver vissuto una storia importante si possono tracciare le gioie e i dolori vissuti.
Sorelle D’italia è invece un rifacimento dell’inno di Mameli Fratelli D’Italia; il pezzo è delicato, cantato quasi in sottovoce, molto bello.
Matematico, Sempre Sempre Sempre, Che Momento E‘ e Quel Poco Di Buono Di Te sono ballate che rendono l’ascolto davvero molto piacevole, i testi confezionano un compendio di molteplici vite vissute, amore, amicizia, donare, perdonare, e a volte anche dimenticare…
Meglio Da Sola e Noi Due Cosi sono dei pezzi amalgamati benissimo, gli ingredienti ci sono tutti: ritmo, calore, testi importanti e voce magistrale.
Uno scherzo maledetto è la decima traccia del disco, scritta a due mani da Mario Lavezzi e Maurizio Costanzo; la pasta sonora del brano è ricca di seduzione, molto avvolgente sia la sonorità pop di cui è intrisa, sia la voce perfettamente adagiata su tutti gli strumenti che deliniano la canzone rendendola originale e fresca. 
Immagini Di Noi ci accompagna alla penultima canzone del disco, la traccia è come una carta uscita dai tarocchi sparsi sul tavolo di una cartomante che ti anticipa che troverai nella vita amore e fortuna, la prima parte della canzone è come una carta ancora da scoprire nei momenti incerti, l’ansia che ti sconvolge, la paura che quello che vuoi non si avveri, le altre carte sul tavolo invece, rimangono coperte e avvolte di mistero come nella seconda parte del testo, non si sa come andrà.
Col Senno Di Poi (Unplugged) chiude il disco.
Stop.
Roberta Bonanno con questo album ci ha fatto ampiamente capire che il talento di certo non le manca, decisamente un gran bel disco.

Punteggio: 9

Pubblicato in

Se vuoi rimanere aggiornato su Roberta Bonanno, recensione di Roberta Bonanno iscriviti alla nostra newsletter settimanale