Noemi, recensione di Cuore D'Artista

Quarto album di inediti quello di Noemi, nove piccole grandi storie, cantate, come al solito, benissimo, e che evidenziano subito un’artista che rimane sempre fedele a se stessa, con più classe e maturità.

Noemi cuore d'artista jpg“Cuore d’artista” di Noemi è stato amore al primo ascolto. Si evince subito che quello di Noemi è un ritorno al cantautorato, che mostra l’artista sotto molti punti di vista non solo con delle canzoni che

“Cuore d’artista” di Noemi è stato amore al primo ascolto. 
Si evince subito che quello di Noemi è un ritorno al cantautorato, che mostra l’artista sotto molti punti di vista non solo con delle canzoni che parlano d’amore.
Quindi dimenticate solo per un attimo lo stile di “Made in London” e gustiamoci “Cuore D’ Artista”
La produzione dell’album è stata affidata a Celso Valli.
Il nuovo disco per la sua realizzazione si è avvalso della collaborazione di alcuni degli artisti più significativi del panorama musicale italiano come Ivano Fossati che scrive un pezzo magistrale dal titolo “Idealista“, una canzone colta e raffinata dove le corde vocali di Veronica Scopelliti (Noemi) graffiano l’ascoltatore, qui l’artista vomita parole come se le buttasse via per colpire dritto al cuore l’ascoltatore: “ Mio cuore d’artista Idealista  cuore di ragazza ribelle che va a caccia di sballo ancora di sete non morire che l’acqua ha da venire”.
Arriva dritta al cuore anche il pezzo La borsa di una donna di Marco Masini, brano che l’artista ha portato sul palco sanremese quest’anno.
Il disco scorre via piacevole, ben suonato e ottimamente cantato con la canzone “Amen” di Federica Abbate e Cheope, passando il testimone a un pezzo di Giuliano Sangiorgi in perfetto stile Negramaro dal titolo “Fammi respirare dai tuoi occhi”, brano tanto dolce quanto amaro.
Noemi esprime tutto il suo cuore d’artista con una vocalità sempre appassionata, con un brio che la contraddistingue e con un sapore vocale che profuma sempre di blues con il pezzo “I love you” scritto dalla stessa   Noemi e Cheope: “come un cane sciolto sono il solo padrone che ho”.
 “Mentre aspetto che ritorni” settima traccia del disco è un pezzo pop-rock, un brano che parla d’amore, scritto da Alessandra Flora
Il viaggio continua con “Devi essere forte” e “Devi soltanto esistere” il primo scritto da Gerardo Pulli e l’altro brano da Gaetano Curreri, due ballad molto intense, dove viene sempre più evidenziata la timbrica e la forza interpretativa della cantante. 
La sua voce black e calda ci accompagna verso l’ultimo brano dal titolo “Veronica guarda il mare” di Gaetano Curreri, un pezzo stiloso, intenso e puro, dove la voce dell’artista è accompagnata da un pianoforte, una chitarra, un contrabbasso e una batteria soft:”Veronica guarda il mare una distesa immensa di acqua e di sale Veronica guarda il mare i passi nella sabbia che il vento verrà a cancellare lei non sa bene cosa fare o dove andare”. 
Il cd si ferma solo per un attimo, perché  Cuore D’Artista” è uno di quei cd che continuerà a girare anche a recensione finita. 

Punteggio: 9

Se vuoi rimanere aggiornato su Noemi, recensione di Cuore D'Artista iscriviti alla nostra newsletter settimanale