Nesli, recensione di Kill Karma

Nel bene o nel male, mai nome fu appropriato per un disco, se poi scritto da Nesli, Francesco Tarducci ( suo nome all’anagrafe) allora possiamo aspettarci stile, eleganza e contenuti, il tutto condito da una sottile tenerezza e sapienza nei testi.

Nesli-Kill-Karma-Nesli-Kill-Karma-

Kill Karma è uscito su etichetta Universal Music Italia ed è il secondo album di una trilogia iniziata con il grande successo dell’album “Andrà tutto bene”.
Composto da 11 tracce, è stato anticipato dal singolo “Equivale all’ immenso”, un brano fresco, dove troviamo un perfetto equilibrio fra gli ingredienti testo e musica dosati sapientemente.
Dance e pop si fondono assieme nel magnifico pezzo “Anima nera” per poi strizzare l’occhio alla romantica “Piccola mia”.
“Se guardi il cielo”, “Amore mio”, “L’amore torna sempre” sono canzoni immediate che catturano l’ascoltatore, non impedendo però lo svilupparsi di una enorme complessità compositiva.
“Perfettamente sbagliato” ha un ritornello molto incisivo, dove l’artista naviga con agio tra i generi più disparati.

L’interpretazione e la voce di Nesli sono l’elemento fondamentale che tessono musicalmente quelle melodie che “peccano” di sensibilità e introspezione, due aggettivi che descrivono meglio brani come “Vivere e ridere” e “L’orizzonte” per citarne alcuni, sicuramente pezzi lontani dalla spazzatura che a volte siamo costretti a recensire.
Il filo conduttore, che lega tutti i brani dell’album è senza dubbio l’amore in tutti i suoi aspetti.
Con Kill Karma, Nesli, depone il suo personalissimo tassello alle innumerevoli pagine della nostra tradizione musicale, quella d’autore.
Quello che ha sempre stupito di questo magnifico cantautore maturato in maniera eccellente durante la sua carriera artistica, è la capacità di far riflettere ed emozionare anche chi al giorno d’oggi non si emoziona più.


Alba Cosentino

Clicca su una stella per votare!

Voto medio / 5. Voti:

Se vuoi rimanere aggiornato su Nesli, recensione di Kill Karma iscriviti alla nostra newsletter settimanale


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*