Melody: recensione di “Ci sarà da Correre”

Arriva il nuovo disco di Melody, il cui titolo è “Ci sarà da correre”. Cosa aspettarsi?

MelodyEccola in scena ed ecco il suo nuovo disco. A due anni dalla scomparsa del padre, il famoso autore Corrado Castellari, MELODY canta e incide 10 brani scritti da lui, dagli anni ’70 ad oggi.

Eccola in scena ed ecco il suo nuovo disco. A due anni dalla scomparsa del padre, il famoso autore Corrado Castellari, MELODY canta e incide 10 brani scritti da lui, dagli anni ’70 ad oggi.
Tra questi anche la famosissima “Il Tastemento di Tito” che Corrado Castellari musicò sul testo di Faber.
Dieci tracce che per quanto “vecchie” di anni, sembrano attualissime nella scrittura e, ovviamente, nella produzione e nel cantato di Melody.
Un bellissimo pop italiano dove finalmente gli incisi fanno il loro mestiere e la scrittura è così ben equilibrata che quasi ogni arrangiamento sembra essere calzare bene addosso.
Vita contro i sogni, la crisi e la vita sociale: tutto questo gravita nel singolo di lancio che da titolo al disco: “Ci sarà da correre”… in rete il video ufficiale.
Un disco che lascia molto spazio a suoni semplici e poco digitali, distese larghissime e ballate molto cantautorali come nella bellissima “Il Provinciale” o appena appena più sperimentali come in “Progetto” o appena appena più “rock” come quando avvicinandosi in chiusura ascoltiamo “Wagon Lits”.
Insomma un bel disco di bella musica italiana che non cerca soluzioni facili da computer e sintetizzatori.
A Melody piace la canzone vera e si sente.

Punteggio: 7

Se vuoi rimanere aggiornato su Melody: recensione di “Ci sarà da Correre” iscriviti alla nostra newsletter settimanale