Ivan Romano: l’esordio si intitola “L’inventore saltuario”

Si apre con un meraviglioso sapore di “Piazzolla” e di tangherecci andamenti in questo stile che poi virano subito in una italianità di sabbia e di periferie popolari, come quelli che troviamo in una città che dista davvero poco dal mare.

IVAN ROMANOIVAN ROMANO

E proseguo l’ascolto incontrando una tromba che quasi restituisce un sapore “western” nel senso strettamente immaginifico della parola. Ma quel filo sottile di fisarmonica spagnoleggiante naturalizzata argentina diciamo che resta a stendere il colore portante ovunque si guardi.
Il disco d’esordio di Ivan Romano si intitola “L’inventore saltuario” e si presenta con una tonale di colore viola sia dalla copertina che dal video di lancio “Vento di primavera” e con una buona dose di divertente serietà che spalma con maturità nei riguardi della canzone e della leggerezza espressiva. Si pensi a come Romano riesce a passare – per esempio – dalla importanza degli anni ’70 con un brano come “La meraviglia sei tu” al brano seguente “Salento” caratterizzato da un gioco goliardico e gustoso di un kazoo.

E ci troviamo anche molto tra le venature di un Capossela molto ispirato ma questo se ci soffermiamo ad osservare con orecchio attento alle sfumature vocali più che nella compagine audio che deve molto, direi, a questa fisarmonica di Carmine Ioanna che è un gran protagonista di tutto il lavoro. Che poi in “Ma è difficile farlo” si respirano forti i contorni di un De Gregori stile Titanic in grande stile, direi in pompa magna.
Nel disco non manca neanche un lussuoso ritorno alle origini quando Ivan Romano ci regala, in chiusura, una sua versione di “Voce ‘e notte” che penso proprio sia un traditional napoletano di inizio ‘900. Un esordio o, per meglio dire, il primo punto fermo di un artista poliedrico e polistrumentista che porta a casa un bel disco che di certo non stravolge e non inventa ma può sicuramente giocarsi carte importanti di personalità e di gusto.

RECENSIONE DI: LUCA MARSI

(Visite 1 times, 1 visits today)

Se vuoi rimanere aggiornato su Ivan Romano: l’esordio si intitola “L’inventore saltuario” iscriviti alla nostra newsletter settimanale


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*