Giusy Ferreri, recensione di Fotografie

Prima di recensire il nuovo disco di Giusy Ferreri dal titolo Fotografie doverosa è una premessa. Molto spesso i cantanti prima di lanciare un nuovo album di inediti, propongono dei dischi di cover, canzoni famose che vengono rispolverate negli anni per rendere omaggio agli interpreti originali, e qui non ci piove.

Giusy-Ferrerihttps://www.fullsong.it/uploads/model_8/giusy-ferreri.jpg

Ma non sempre il risultato è così buono, come nel caso di Fotografie.
La Ferreri ha dichiarato che l’album Fotografie lo doveva a se stessa come esigenza artistica per confrontarsi con cantautori di altissimo spessore musicale che ha sempre amato come Luigi Tenco, Rino Gaetano, Vinicio Capossela e tanti altri. Ma bando alle ciance iniziamo ad ascoltare il disco.
Play.
Si parte con il brano Ciao amore ciao, che apre il disco, dove da parte della Ferreri non ci sono lampi particolarmente geniali vocalmente parlando, ma rimane tutto statico.
Dopo i 4 minuti di La magia è la mia amante e Il mare verticale, seconda e terza traccia, la voce della cantante si fa più dolce e sinuosa, dove sotto dei riff quasi pop, si formano delle sezioni ritmiche abbastanza gradevoli.
Esempio di buona fattura è senza dubbio Ma il cielo è sempre più blu che ha fatto da apripista all’intero lavoro e ancora oggi è in rotazione sulle emittenti radiofoniche italiane. In questa canzone si sente una Giusy forte, allegra, solare ma matura, senza troppi gorgheggi e deliziosamente perfetta sul pezzo.
Percorrendo il sentiero tracciato dagli undici pezzi troviamo momenti dal ritmo maggiormente sostenuto e venati di sfumature malinconiche come la famosissima Estate e Come pensi possa amarti (Como quieres que te quiera), canzone riadattata in lingua italiana dal mentore della Ferreri Tiziano Ferro.
Il cd scorre lentamente sul lettore con i pezzi E di amare te, Con una rosa e Piccolo villaggio (Vilarejo): qui non mancano episodi maggiormente romantici, intimi e riflessivi, dove il sussurro vellutato delle strofe, è altamente carico della voce della Ferreri che ci regala tre ottime interpretazioni. Indimenticabile e insopportabilmente triste la canzone Besame mucho, sentita e risentita vocalmente dalla stessa Giusy Ferreri ai tempi di X Factor.
Se a volte una transazione da un genere all’altro può essere interessante, spesso si rivela una pessima idea: è il caso del brano Yesterdays che chiude il disco Fotografie.
Stop.
A volte, un album di cover può rivelarsi un autentico flop come nel caso di Fotografie.
Non ci resta che sperare nel prossimo lavoro di Giusy Ferreri che, a quanto sembra, sarà interamente composto da brani inediti e con la Ferreri in veste di cantautrice.
Si dice che solitamente il terzo album è quello della maturità artistica, staremo a sentire…

Punteggio: 5

Pubblicato in

Se vuoi rimanere aggiornato su Giusy Ferreri, recensione di Fotografie iscriviti alla nostra newsletter settimanale