Emma Marrone, recensione di A me piace così

Emma Marrone si presenta al suo pubblico con il nuovo album dal titolo A me piace così. Il disco già dalle prime tracce si presenta ispirato, asciutto, diretto e senza filtri.

Emma MarroneEmma Marrone

Fa da apripista il brano Ho toccato il cielo, una pop song fresca e ritmata, questo è il classico esempio di come si possa costruire una canzone “semplice”, che faccia subito presa.
Il cuore del brano Cullami invece, è un tunnel di suoni costruiti sulla base di una chitarra elettrica posata in maniera perfetta sulla voce di Emma Marrone,”capita di perdersi anche quando si conosce a memoria il percorso“,  questo brano sboccia con un fiorire di suoni morbidi.
Con le nuvole, terzo brano dell’album, è una canzone molto intensa: “Danzerò di notte con le nuvole sfiderò la sorte senza piangere, come se fosse pioggia, come se fosse aria per rendere la vita più semplice di quel che è“. Il pezzo è dolce, alterna parti rilassate ad altre molto trascinanti; ma sempre all’interno dello stesso contesto: amore.
La lontananza è il pezzo di Domenico Modugno rivisitato in chiave più moderna, Emma Marrone con la Lontananza centra in pieno l’obiettivo, la voce è delicatamente struggente, interpretata con grande partecipazione,una voce velata di quella disarmante malinconia che porta dentro di se il testo della canzone, per farla breve: convincente.
In Petali, Dimmi che senso ha e Arida, si affaccia una cantante che si muove benissimo nel classico stile della canzone italiana, in questi pezzi si raccontano storie di ordinaria quotidianità e contemporanietà: amore, amicizia, speranza, solitudine e aspettative.
In brani come Emozioniamoci ora e Purchè tua  l’artista si ritaglia una bella fetta di ritmi, romanticismi e melodie pop,questi sono brani dove un interessante puzzle di voce e musica incastra bene tutti i pezzetti.
Dalle vene e Colori, decima e undicesima traccia gli ingredienti ci sono tutti amalgamati con intelligenza e cura; i due pezzi sono nei testi molto attenti a non gonfiarsi troppo di retorica nei contenuti, ma anzi risultano leggeri e con una melodia che porta variazioni appena percepibili nei singoli momenti che compongono i ritornelli dei brani. 
Il lettore sta finendo di fare il suo lavoro, siamo alla fine di questo viaggio: il disco si conclude con On line, sia nella musica che nel testo c’è una nostalgia piena di vitalità che ci porta ad andare avanti nonostante le delusioni che la vita ci elargisce spesso gratuitamente.
Ecco, stacchiamo le cuffie e concludiamo solo con queste ultime poche battute: A me piace così è un buon esempio di melodia che profuma di pop tutto italiano ,con tutti i pregi della categoria a cui appartiene, buona melodia e perfetta forma -canzone, parafrasando il titolo del disco possiamo solo aggiungere che a noi Emma Marrone ci piace così…

Punteggio: 8

Alba Cosentino

Se vuoi rimanere aggiornato su Emma Marrone, recensione di A me piace così iscriviti alla nostra newsletter settimanale