Marco Mengoni gay secondo Fabri Fibra

Bagarre in atto tra Marco Mengoni e Fabri Fibra. Quest’ultimo canta in “Non ditelo” il suo parere sulla rilevazione di X Factor: “Secondo me Mengoni è gay ma non può dirlo perchè poi non venderebbe più una copia”. Ecco la reazione di Marco Mengoni, affidata alla sua pagina ufficiale su Facebook.

Fabri Fibra, provocatorio per natura, ha lanciato in free download il suo web album Quorum. All’interno di esso si può ascoltare, tra le altre, la canzone Non ditelo, incentrata su Marco Mengoni, accusato di essere

Fabri Fibra, provocatorio per natura, ha lanciato in free download il suo web album Quorum. All’interno di esso si può ascoltare, tra le altre, la canzone Non ditelo, incentrata su Marco Mengoni, accusato di essere gay. Le immagini usate per rendere l’idea, all’interno del testo della canzone, non sono affatto poetiche e soavi e ciò ha scatenato le ire sia dei fan di Marco Mengoni che del cantante stesso.
Sulla pagina ufficiale della rivelazione della scorsa edizione di X Factor è apparso un messaggio rivolto ai fan: “Mi pare giusto assicurarvi che quello che è successo oggi non finisce qui, con la nostra rabbia e le risate di mercanti di merce scadente. State sicuri che prenderemo provvedimenti, per vie legali, con la civiltà che qualcuno, a quanto pare, non conosce“.
La sua replica, dunque, è arrivata via Facebook per mezzo di cui amministra la pagina; anche Fabri Fibra, a seguiro del polverone, si rivolge ai fan connessi sul social network per precisare alcune cose: “Dico la verità: non mi considero un omofobo… Nei testi metto tonnellate di scenette, di cose che vedo, che sento, che interpreto. Allora dovrei anche essere un predicatore, un sostenitore di terroristi, un serial killer, ecc ecc. Se quello che dico/scrivo fosse la pura verità o esattamente ciò che penso, sai che noia e che situazioni risapute. Sarebbero le cose che effettivamente succedono veramente tutti i giorni. Pensavo che dopo anni di dischi e di spiegazioni, il gioco fosse chiaro, invece mi stupisco ancora una volta che vi stupiate. Evidentemente non siete pronti. Non ho proprio niente contro il mondo gay, ci vivo in mezzo, ci lavoro, lo conosco pur non facendone parte. Scrivo su tutto quello che mi circonda, tutto. Se Mengoni si è offeso, mi spiace, non era quella l’intenzione. L’intenzione era quella di convogliare l’attenzione su un mondo di finzione, che però non si può svelare perché se si svela, forse, poi non esiste più. “Non Ditelo” si propone solamente quello. Le immagini sono forti, non necessariamente reali. O forse sì… Nessuno lo può sapere e cmq nessuno lo può dire. Se non in una canzone. Sul web tra i vari facebook stanno scrivendo tutto il male del mondo: Fibra devi morire impiccato, devi fallire, devi crepare. Questi ragazzi difendono la loro musica dicendo di essere in cerca di vere emozioni e di amore, io tutto questo amore non lo vedo. Invito tutti alla calma (come si dice in certe situazioni). Mercanti di merce scadente lo ritengo invece un insulto. Dietro a un disco di musica Rap ci sta lo stesso impegno e lo stesso volume di lavoro che sta dietro a un disco POP. La stessa merce scadente di cui si parla è molto ascoltata da Morgan, la persona che ha aperto le porte dello spettacolo ad artisti come Mengoni”.
Non c’è che dire: è guerra aperta e probabilmente si procederà a suon di querele tra i due.

Se vuoi rimanere aggiornato su Marco Mengoni gay secondo Fabri Fibra iscriviti alla nostra newsletter settimanale