LISA GIORÈ: l’esordio discografico con “Le vie dell’insonnia”

Quello di Lisa Giorè è un esordio assai ardito e intraprendente perché spolvera e contamina una scrittura “classica” con metriche assai ferree e determinate per un ascolto che si dipana in 10 inediti peraltro assai ricchi di contenuto e filosofie personali.

LE VIE DELL'INSONNIALE VIE DELL'INSONNIA

Si intitola “Le vie dell’insonnia”, una produzione di confessioni, riflessioni, scandite da una voce che non perde un attimo per star dentro un periodo che riempie di parole e concetti quasi fossero eterne filastrocche…il tutto condito da melodie non facilmente orecchiabili ne semplificate di soluzioni immediate o costruzioni accattivanti.
Quello della Giorè dunque, è un ascolto complesso e introspettivo, difficile da raccontare, è un suono che richiede dedizione ed energia soprattutto per scavalcare pregiudizi e aspettative – come dire – ovvie. Quasi a rompere questo veto di coerenza spuntano fuori brani più “allegri” e decisamente interessanti come “Scarse prospettive” in cui è una splendida sezione di fiati a decantare un andamento “popolare” che quasi ci porta tra le braccia di un pop italiano molto ma molto affascinante.
“Le vie dell’insonnia” dunque, eccezion fatta per questo e pochi altri passaggi, non si vuole mescolare sugli scaffali dei tanti tutti uguali. Ancora acervo di ingenuità ma sicuramente la strada è quella giusta. Buon ascolto a tutti.

RECENSIONE DI : LUCA MARSI


Redazione FullSong

Clicca su una stella per votare!

Voto medio / 5. Voti:

Se vuoi rimanere aggiornato su LISA GIORÈ: l’esordio discografico con “Le vie dell’insonnia” iscriviti alla nostra newsletter settimanale


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*