J-Ax prende le difese di Thegiornalisti e della “musica indie”

Sul suo profilo Facebook J-Ax attacca con un video la stampa e gli artisti che hanno criticato i Thegiornalisti e la scena “indie” odierna.

J-AX PARADISO AGNELLIJ-AX PARADISO AGNELLI

Da oggi, anzi da ieri, abbiamo un nuovo difensore della scena “indie” odierna: J-Ax. Il rapper ha infatti postato sul suo profilo Facebook un video in cui attacca i giornalisti e gli artisti che si sono permessi di criticare nuovi idoli delle folle come Thegiornalisti o Calcutta, tirando fuori un termine che ultimamente va per la maggiore ovvero “rosiconi”.
Che dire: J-Ax ha dimostrato ancora una volta di essere un grande stratega dei social, perché ha pensato bene di buttarsi nella mischia e di partecipare a una querelle virtuale che si sta facendo sempre più accesa soprattutto dopo che Tommaso Paradiso (leader dei Thegiornalisti) ha risposto a distanza a Manuel Agnelli. Quest’ultimo, lo ricordiamo, nel corso di un’intervista con Linkiesta aveva detto chiaramente di non apprezzarli: “Non è indie, è musica leggera italiana camuffata da indie solo perché non è prodotta da una major. Quella roba lì, però, non è indie nei contenuti, non è indie nell’attitudine. Ed è un vero peccato che in Italia funzioni così. È il peggio Venditti fatto male, perché lo fa gente che non sa cantare e non sa suonare”.
Paradiso, nel corso del Wired Next Fest, ha risposto senza troppi peli sulla lingua: “Il peggio del peggio di Venditti è comunque meglio del miglior Agnelli”.
Allora, capiamo che sia giusto difendersi e rispondere a chi ti critica, però forse il leader della band del momento dovrebbe anche aver rispetto per chi, realmente, ha scritto un capitolo fondamentale della musica italiana partendo da una scena underground in cui essere indie significava avere una certa indipendenza non solo discografica ma anche creativa, lottando contro il sistema e un panorama tradizionale dove dominava il classico “sole-cuore-amore”. Una scena che i giornalisti come noi hanno conosciuto, vissuto da vicino e che quindi sanno che non è paragonabile a quella di oggi, tutto qui. Ci potrà essere ancora libertà di opinione e critica no?
Questo lo diciamo anche a J-Ax, che ormai dovrebbe sapere come vanno le cose e che tutto fa visibilità. Come scriveva Oscar Wilde ne “Il ritratto di Dorian Gray”: “Nel bene o nel male, purché se ne parli”.
Poi vorremmo ricordargli che questa stampa che lui accusa è la stessa che ogni giorno esalta i suoi successi e che si è persino messa al computer un sabato sera di qualche settimana fa (nonostante avesse altro da fare) per amplificare la notizia della proposta di matrimonio del suo socio Fedez a Chiara Ferragni.


Laura Frigerio

Clicca su una stella per votare!

Voto medio / 5. Voti:

Se vuoi rimanere aggiornato su J-Ax prende le difese di Thegiornalisti e della “musica indie” iscriviti alla nostra newsletter settimanale


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*