IRON MAIS: a spasso per l’America del West

Provocatorio, bizzarro, assolutamente ricco di grande energia di vita. La musica degli IRON MAIS è decisamente quanto di migliore ci sia per tirar su ogni giornata andata male.

IRON MAISIRON MAIS

Blues Grass, Country d’annata, Banjo e violino come se piovesse, buon rum e tantissima ironia ma di quella intelligente che serve all’occasione e alle note per tradurre i capisaldi della storia eterna della musica mondiale in ballate da saloon e in straordinarie pezzi di antiquariato moderno. L’avete mai sentita “Another brick in the wall” come fosse un pezzo uscito da un film di Sergio Leone? E l’immortale “The Rythm of the night” che a sentirla ora quasi viene in mente la festa della contea di Hazzard? Niente da dire sul video di lancio proprio di questo singolo con la featuring della stessa Corona…e del duello a colpi di faschion tra La Contessina e Corona in persona…Beh insomma è da consumare per questa estate che arriva il nuovo disco degli Iron Mais che si intitola “The magnificent six” tanto per citare pellicole importanti del cinema. E dentro queste 13 tracce ci sono anche 6 inediti che, manco a dirlo, raccontano la società che si consuma attorno un po’ come facevano gli Hormonauts quando presero il Rockabilly e ci misero dentro la nitroglicerina. Beh loro hanno preso la musica, qualunque essa sia, e ci hanno messo dentro il vecchio west in una chiave assai moderna certamente, sopratutto per le parti ritmiche. Insomma, ci sanno fare Testa di Cane e compagni, sanno ridere e scherzare…ma lo sanno fare seriamente però!!!

Luca Marsi per FullSong

Redazione FullSong
IRON MAISIRON MAIS

Se vuoi rimanere aggiornato su IRON MAIS: a spasso per l’America del West iscriviti alla nostra newsletter settimanale

3 Commenti

  1. Fantastici!massimi esponenti del genere in Italia .li seguo spesso e aspettavo con ansia il nuovo disco.se li amate come me,non potete mancare di acquistarlo!lavoro nettamente superiore ai precedenti…nel sound,negli arrangiamenti…e i pezzi inediti ?!esplosivi.strepitosi e inaspettati.e in italiano!!!i ragazzi stanno alzando il tiro.teniamoli d’occhio,chissà cosa ci riserverà il prossimo tour.e come dicono sempre loro…stay pork!

  2. Fantastici Iron Mais.. Spero che riescano a portare il loro cowpunk in tutte le case italiane e magari non solo,se lo meritano,bravi,umilmente simpatici e qualificati…grandi!

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*