Frequenze Retró: “Nel cilindro di un mago” è il titolo del nuovo album di inediti, fuori il 23 gennaio

“Nel cilindro di un mago” è il titolo del primo album di inediti della band Frequenze Retró, quartetto acustico a corde che nasce nel 2007 a Palermo, in uscita in digital download a partire dal 23 gennaio 2017.

Frequenze RetróFrequenze Retró

Il disco, che verrà presentato il 22 gennaio presso l’Auditorium Rai di Palermo, sarà accompagnato dal videoclip del singolo “L’uomo dei sogni”, disponibile a breve su YouTube.

Un album, autoprodotto, composto da dieci tracce, dieci canzoni che compongono un affresco contemporaneo, che sembrano tirate fuori da un cilindro piene di meraviglia, riflessione, ironia e sensualità: “un disco che amiamo definire semiserio perché ironico e serio al contempo. Suonato con strumenti di liuteria, ripresi in studio contemporaneamente per restituire l’energia dell’esibizione dal vivo. Attraverso queste dieci canzoni viene espressa la voglia di affrancarsi dalla noia, dall’indolenza, dall’aridità e dall’intorpidimento globale”, racconta la band formata da Valeria Graziani (voce), Salvo Agate (chitarra petite bouche), Maurizio Crivello (chitarra grande bouche) e Luca De Lorenzo (contrabbasso).

Lo stile dei Frequenze Retró affonda le radici nel jazz manouche, ma sin da subito emerge la voglia di ricercare e sperimentare nuove soluzioni sostituendo il violino con la voce, in un genere, il manouche, che nasce all’inizio del XX sec. esclusivamente strumentale.

Il video (regia di Ruben Monterosso e Federico Savonitto) de “L’uomo dei sogni”, tratto dal primo singolo estratto dall’album, è un brano sulla reminiscenza, sul ricordo che, “partendo dalle percezioni sensibili che sono immagini delle Idee, – racconta la band – ci permette di riavvicinarci alle idee medesime che da sempre la nostra anima possiede avendole contemplate prima di venire sulla Terra e poi dimenticate entrando nel corpo.

L’aspetto tecnico più interessante in questo lavoro – spiegano i registi – è stato quello relativo al confronto con il “green screen” che, per quanto riguarda invece lo stile e la regia, poteva significare la realizzazione di infiniti mondi possibili.

Questa la tracklist: Chaise Longue; L’uomo dei sogni; Les toi; Boudoir; Il paese del sol; Ballarò; Il gioco delle parti; Luna Park; La begonia della zia Lucia; Quattro stracci.
Testi e musiche sono di Valeria Graziani eccetto “Chaise Longue”, scritta con Salvatore Agate, “Les Toi” di Salvatore Agate e Soraya Lamrous e “Ballarò” di Salvatore Agate.


Pubblicato in

Se vuoi rimanere aggiornato su Frequenze Retró: “Nel cilindro di un mago” è il titolo del nuovo album di inediti, fuori il 23 gennaio iscriviti alla nostra newsletter settimanale


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*