Intervista a Gheri: il suo album si chiama Generazione 0

Abbiamo intervistato, per FullSong il talentuoso cantante Gheri che il 22 aprile è uscito con il suo album d’esordio “Generazione 0”.

GheriGheri

Il disco è stato anticipato in radio dal singolo “Cuori randagi” accompagnato dal videoclip ufficiale.
Ascoltando l’album, abbiamo riconosciuto qualcosa di intrigante, che spiazza grazie ad una riuscita miscela di generi musicali che corrono tra il rock e lo stile vintage.

Gheri come mai hai dato questo titolo al tuo album?
L’ho intitolato Generazione 0 perchè l’album è una fotografia In bilico trai i sogni e i tormenti di una generazione figlia della crisi, “Una generazione alla quale è stata tolta la possibilità di scrivere la propria storia e che viaggia a luci spente. Ma siamo pronti a lottare per riprendercela.

Il tuo lavoro discografico è stato anticipato dal singolo “Cuori randagi”. Sei un cuore randagio anche tu?
Può darsi.

Quanto c’è di autobiografico tra le venature quasi metaforiche di queste canzoni?
Buona parte delle canzoni sono autobiografiche.

Come sta andando la promozione del tuo disco?
Bene,  sto suonando molto in giro per l’Italia.

C’è un posto dove ti piacerebbe tenere un concerto?
Ovunque…l’importante è suonare condividere…

Come sono nate le collaborazioni con Zucchero?
Mah, un giorno mi è squillato il telefono …ed era Zucchero che aveva sentito dei miei provini …poi mi ha invitato nel suo studio ed abbiamo iniziato a lavorare insieme.

Tu viaggi molto, New York, Dublino, Irlanda, che cosa porti sempre nella tua valigia?
Una chitarra.

Quando ti vedremo live?
Presto…amo tantissimo il live ed a breve inizierò a suonare in giro per l’Italia…la prima data al Campus Industry di Parma il 3 di giugno.

Un consiglio ai giovani che vogliono intraprendere la tua strada?
Suonare, scrivere, scrivere, suonare e soprattutto non mollare mai.


Alba Cosentino

Clicca su una stella per votare!

Voto medio / 5. Voti:

GheriGheri

Se vuoi rimanere aggiornato su Intervista a Gheri: il suo album si chiama Generazione 0 iscriviti alla nostra newsletter settimanale


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*