Intervista a Zibba dopo il duetto con Zampaglione

Dopo l’uscita del singolo di Zibba Una parte di te” nella nuova versione realizzata con Federico Zampaglione dei Tiromancino, Piero Vittoria intervista Zibba per FullSong.

Cosa ci fanno assieme Zibba, che definire cantautore è riduttivo, e Federico Zampaglione dei Tiromancino, perenne ricercatore di tratti artistici sempre poco convenzionali?La risposta è una nuova versione del brano “Una parte di te” –

Cosa ci fanno assieme Zibba, che definire cantautore è riduttivo, e Federico Zampaglione dei Tiromancino, perenne ricercatore di tratti artistici sempre poco convenzionali?
La risposta è una nuova versione del brano “Una parte di te” – altro singolo estratto da “Una Cura per il Freddo“, fortunato disco di Zibba uscito per la VOLUME! Records nel 2010, recensito anche da FullSong e salutato da un unanime consenso dalla  critica e dal pubblico.
Un scia di riconoscimenti che perdura da oltre un anno lo ha consacrato fra le migliori realtà indipendenti della musica italiana di oggi.
Il featuring di Federico Zampaglione ha regalato così una veste diversa ad un brano già ricco di fascino ed eleganza. Ancora un nuovo modo di colpire il grande pubblico cercando di avvicinarlo ad un mercato ancora considerato forse di nicchia nonostante, come accade con Zibba, ci siano proposte di indiscusso valore e qualità.

Piero Vittoria: “Zibba e Tiromancino. Da dove nasce questo binomio strano ma allo stesso tempo intrigante?
Zibba: “Innanzitutto dal cuore infinito di Federico Zampaglione, che ha trovato bella la nostra canzone e ha voluto cantarla con noi. E certamente anche dalla stima che ho di lui, della sua produzione e di quello che ha dato alla musica italiana. Ho chiesto a Federico di cantare con me perchè mi piaceva l’idea di poter dire che ho collaborato con lui, non lo nego. Ci sono pochi artisti del nostro tempo che considero degni di essere definiti tali, e lui è senz’altro uno di questi. E credo anche che le nostre voci si sposino bene nell’atmosfera della canzone creando qualcosa di magico”.

P.V.: “Perchè proprio “Una parte di te”? Scelte di carattere artistico o discografico?
Z.: “Scelte artistiche, anche perchè “discografici” tra noi non ce ne sono. Siamo totalmente indipendenti da ogni stimolo esterno. Viene tutto dalla mia testa, e dai buoni consigli di chi mi sta accanto. Tutto qui. Un buon manager, un ufficio stampa che lavora e tanta passione. Non serve altro”.

P.V.: “A questo brano farà seguito anche un VIDEO? Nel caso ci dobbiamo aspettare l’autorevole regia di Zampaglione?
Z.: “Ci sarà, ma il video sarà curato da Giovanna Salvatori e dal suo staff. Grandi professionisti, che sono certo vi regaleranno una perla. Sarebbe stato bellissimo ovviamente, ma ci accontentiamo davvero di avere la sua partecipazione nel video. è stato molto gentile, e non potevo sperare in una reazione migliore. Non sono in molti in questo paese a voler collaborare per il semplice piacere di farlo. Date retta ad uno scemo”.

P.V.: ““Una cura per il freddo”. Tanto successo di critica e di pubblico: e adesso?
Z.: “E adesso si pensa ad un nuovo disco, ad un film che uscirà insieme al disco e ad altri mille progetti. Star fermi è impossibile, e ho una gran voglia di iniziare sfide nuove. Sempre. Questo disco ci ha dato molto. Forse quasi tutto quello che poteva darci. Questo ultimo singolo ne è la prova. Siamo passati dal Tenco a vincere premi importanti come il Bindi o l’Artista che non C’era, fino alle partecipazioni tv e i singoli importanti con Bunna, Maurizio Lastrico e ora Tiromancino. Via, altro giro adesso. Mi prendo i miei tempi ma non saranno lunghi. Sentirete ancora parlare di noi presto, prima che possiate dire crostata di mirtilli…”

P.V.: “In barba alla scaramanzia: c’è forse Sanremo alle porte?
Z.: “Scaramantico non lo sono per nulla, ma non ho pensato a Sanremo sinceramente. Se mi invitassero ci andrei, ma non sono più in età da concorsi o cose del genere. Quando verrà il momento in cui vorranno invitarmi ci andrò, senza dubbio. Ma credo che la cosa importante ora sia pensare al nuovo lavoro, con nel cuore l’affetto meraviglioso che la gente ci ha dimostrato negli ultimi anni. Vogliamo regalare a chi ci segue qualcosa di davvero speciale. Continuate a crederci con noi, e ricordate che in ogni istante che passate vale la pena di trovare qualcosa per cui sorridere…”

Intervista a cura di Piero Vittoria.

Se vuoi rimanere aggiornato su Intervista a Zibba dopo il duetto con Zampaglione iscriviti alla nostra newsletter settimanale