Biografia di Enya

Enya (vero nome: Eithne Ni Bhraonain ) nasce a Donegal, in Irlanda il 17 Maggio 1961.
Dopo avere studiato musica presso il collegio di Milford dagli 11 ai 18 anni, Eithne si unisce alla folk band dei Clannad, formata da suoi fratelli e cugini. Qui inco

Enyahttps://www.fullsong.it/uploads/model_8/News/enya.jpg

Enya (vero nome: Eithne Ni Bhraonain ) nasce a Donegal, in Irlanda il 17 Maggio 1961.

Dopo avere studiato musica presso il collegio di Milford dagli 11 ai 18 anni, Eithne si unisce alla folk band dei Clannad, formata da suoi fratelli e cugini. Qui incontra e conosce Nicky Ryan, inizialmente tecnico del suono per le esibizioni dal vivo ed in seguito manager dei Clannad, e sua moglie Roma. Partecipa come vocalist e tastierista all’album “Crann Ull”.

Per due anni, a partire dal 1982, Eithne segue la band in tour per l’Europa e partecipa all’album “Fuaim”.

Nel 1983 il primo passo verso la svolta da solista: su incitazione di Nicky, Eithne lascia i Clannad ed intraprende con i Ryan la carriera da solista, si trasferisce con loro a Dublino e lì, nel piccolo studio che è nella loro casa, comincia a sperimentare la propria musica.

Nel 1985 compone la colonna sonora del film The Frog Prince, mentre quella del documentario  “The Celts” le viene affidata dalla BBC nel 1986, tramutata poi nel 1987 come suo primo album, dal titolo “Enya” e distribuito dalla Altantic Records.
Il fortunato incontro con Rob Dickins, presidente della WEA, avviene nello stesso anno. Enya ottiene un contratto per realizzare il suo primo vero album.

Pubblicato dalla WEA nel 1998 esce “Watermark”, il cui singolo “Orinoco Flow” balza in poche settimane in testa nelle classifiche mondiali.

Dopo circa due anni di lavoro, inciso presso i vecchi e “casalinghi” Aigle Stusios di Dublino ma missato a Sarm West Studios di Londra, esce nel 1991 “Shepherd Moons”, il cui brano “Book Of Days “viene inserito nella colonna sonora del film “Cuori Ribelli” (titolo originale: “Far and Away”). Si ripete il rito della promozione lunga un anno in giro per il mondo che caratterizzerà in seguito l’uscita di ogni album.

Nel 1992 Enya vince il primo Grammy Award come “miglior artista New Age” con l’album “Shepherd Moons” che vende milioni di copie in tutto il mondo. Viene rimasterizzato il primo album che esce con il titolo “The Celts”.

Un altro album, “The Memory Of Trees”, vede la luce nel 1995, stavolta interamente registrato e missato nei nuovi Aigle Studios di Killiney, e altro Grammy Award. Il singolo “Anywhere” Is e l’album, che resterà in classifica per anni, dominano le “charts” del pianeta.

Il primo riassunto di questa fortunata carriera giunge nel 1997 con “Paint The Sky With Stars-The Best Of Enya”. Questa selezione dei brani più popolari comprendente anche due inediti “Only If” e “Paint The Sky With Stars” e rende ancora più popolare la musica di questa artista irlandese.

Nel 2000 esce “A Day Without Rain”, disco che venderà oltre 6 milioni di copie soltanto negli Stati Uniti.

Nel 2001 scrive “May It Be” e “Aniron” per il film “Il Signore Degli Anelli: La Compagnia Dell’Anello”. Con “May It Be” guadagnerà una candidatuta all’Oscar e una ai Golden Globe.

E’ il 2003 l’anno della seconda compilation di successi, intitolata “Only Time-The Collection”

“Amarantine”, il primo album di Enya senza canzoni in Gaelico, esce nell’inverno del 2005 e comprende brani in Loxian, una lingua inventata da Roma Ryan.

Nel 2006 escono vari singoli dall’album “Amarantine” e, in novembre, in concomitanza con l’uscita di 4 nuovi brani natalizi e “Amarantine Christmas Edition”, Enya riprende la promozione del suo nuovo album bruscamente interrotta l’anno precedente a causa della malattia della madre.

L’ultima fatica discografica della cantante, “And winter came”, è stata pubblicata lo scorso 10 Novembre 2008, preceduto dal singolo “Trains and winter rains”.


Raffaele Giuseppe Lopardo[ratemypost-result][ratemypost]

Se vuoi rimanere aggiornato su Biografia di Enya iscriviti alla nostra newsletter settimanale