Libri belli da leggere in vacanza? “Passato prossimo” di Alessandro Cona e “La voce e il talent show” di Silvia Tancredi

Avete voglia di leggere due libri interessanti mentre siete sdraiati al sole? FullSong vi consiglia “Passato prossimo” di Alessandro Cona e “La voce e il talent show” di Silvia Tancredi.

Libri Silvia tancredi e Alessandro ConaLibri Silvia tancredi e Alessandro Cona

La cantante Silvia Tancredi continua a godersi il successo del suo esordio letterario con “La Voce e il Talent Show”, libro-saggio giunto già alla sua ristampa (edita da Albatros).
Al centro, come si può intuire dal titolo, un argomento di grande attualità e su cui non si smette di dibattere. “La musica da sempre accompagna la vita delle società e delle culture che la generano e oggi più che mai siamo assistendo ad un fenomeno globale come quello del talent show che tende ad omologare ed amalgamare gusti e tendenze. In questo penso ci sentiamo tutti più simili e vicini ma in fondo la diversità e il dialogo che a volte temiamo ci rafforzano profondamente”racconta la cantante “Ho colto l’attimo giusto e la ricerca universitaria mi ha dato l’occasione per provare ad andare a fondo e tentare di trovare le risposte, infatti il desiderio di scrivere nasce sempre dalle domande che accompagnano le mie giornate, dal mio dialogo con il mondo, dal desiderio di comprendere quali meccanismi muovono la ruota della vita”.

SINOSSI “La Voce e il Talent Show”
Simon Cowell, ideatore di X Factor, una volta disse: «Il talento è solo il punto di partenza, ma oggi non basta più. Bisogna essere giovani, carismatici, glamour, appetitosi per il mercato ed interessanti per il gossip. Solo così si può sfondare nel mondo della musica». In generale, quando si parla di popular music, si fa riferimento ad un genere di larga diffusione che, grazie allo sviluppo tecnologico, è oggi caratterizzato da una globalizzazione della produzione musicale. Questo cambiamento ha spinto le case discografiche a creare nuove strategie di marketing, cercando di sfruttare al meglio un tipo di comunicazione capace di arrivare al maggior numero di persone nel minor tempo possibile: ecco spiegato perchè la tv e i Talent Show oggi rappresentano la risposta più immediata e diretta per la “creazione” di nuovi prodotti discografici. Mettendo da parte l’aspetto puramente legato all’enterteinment, alla fine musica e canto come ne escono? Questo tipo di strategia mediatica ha provocato effettivamente un innalzamento della qualità del panorama musicale ed una spinta alle vendite? E’ effettivamente cresciuto l’interesse delle masse verso i prodotti musicali pubblicizzati in tv? Per dare una risposta a questi interrogativi Silvia Tancredi ha incontrato produttori, artisti e addetti ai lavori, svelando uno scenario molto complesso quanto intriso di umanità. Parafrasando John Blacking, uno dei maggiori antropologi musicali, la Tancredi scopre quanto sia “Musicale l’Uomo”, riconfermando così che la musica è una disciplina che acquista significati ogni volta differenti e specifici in base al contesto ed alla società nella quale è inserita. E proprio per questa e tante altre ragioni è una materia che non può mai prescindere dall’uomo stesso e dalle sue evoluzioni.

“Passato Prossimo”, invece, è il romanzo d’esordio di Alessandro Cona.

Ci sono delle piccole opere destinate a diventare grandi. È il caso di “Passato Prossimo”, romanzo d’esordio di Alessandro Cona, diventato nel giro di pochi mesi un caso editoriale. Alcuni hanno paragonato il suo mood a quello di un cult del fumetto come Dylan Dog (per via dei suoi tratti noir ma anche di alcune situazioni apparentemente inspiegabili, ma che poi finiscono per quadrare proprio come nella migliore tradizione del fumetto Bonelli), mentre altri non hanno potuto fare a meno di cogliere anche degli echi cinematografici (dallo svolgimento e l’infittirsi della trama, fino ai dialoghi che in alcuni punti richiamano i b-movies).
“Passato Prossimo è un’avventura on the road nel vero senso del termine, che si allaccia a quella che è un po’ la tradizione letteraria statunitense fatta da libri come Sulla Strada di Jack Kerouac o in senso cinematografico da pellicole come Easy Rider. È un viaggio contromano, parafrasando il titolo di un’opera di Michael Zadoorian, dove il tempo da punto di riferimento stabile diventa una variabile impazzita, scorrendo al contrario e travolgendo la vita del protagonista, impegnato in un viaggio dall’Italia a Los Angeles alla ricerca di una persona misteriosamente scomparsa” – spiega Alessandro“Passato Prossimo è anche un paradosso, a partire dal titolo ossimorico, del quale sono pregni i sogni, parte integrante e dominante della trama, che riportano a uno dei due film principali ispiratori delle vicende, Inception di Christopher Nolan. Un altro film cardine nell’ispirazione della scrittura di Passato Prossimo è stato Memento, dello stesso regista statunitense, dove il filo conduttore della storia rimbalza tra passato e futuro come una pallina di ping pong da un lato all’altro del tavolo da gioco”.
Alessandro ha portato con successo il suo “Passato Prossimo” in giro per l’Italia con una serie di presentazioni, che continueranno fino alla fine dell’anno.

SINOSSI “Passato Prossimo”
La tranquilla monotonia del protagonista viene spazzata via dal rapimento della fidanzata, in trasferta a Los Angeles per inseguire il suo sogno di attrice. La scomparsa della persona amata lo costringerà a far le valigie e viaggiare oltreoceano, mentre all’apparenza il mondo perde via via tutti i più elementari punti fermi, compreso il tempo. Il tempo, uno dei più grandi alleati della morte, che se ne sta paziente, in un angolo, sapendo che prima o poi arriverà il suo turno. Il tempo che lavora ai fianchi ma non colpisce mai direttamente, come il più subdolo dei pugili. Il tempo che perde la sua funzione se tutto inverte la rotta e la morte diventa vita, la rassegnazione diventa speranza e il passato diventa futuro. Perché anche il tempo può piegarsi alla ricerca della verità.

 

 

Alba Cosentino

Se vuoi rimanere aggiornato su Libri belli da leggere in vacanza? “Passato prossimo” di Alessandro Cona e “La voce e il talent show” di Silvia Tancredi iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*