Gran Torino, un duo molto particolare. L’Intervista

Gran Torino sono un duo composto da Daniele Berni (voce e batteria) e Marco Paradisi (chitarre e basso). Il  nome della band prende ispirazione sia dal film di Clint Eastwood e sia dalla storica auto Ford Gran Torino da cui prende spunto anche il già citato film. I due suonano insieme da sempre e dopo due anni di lavoro su musiche e testi hanno dato alla luce il loro album d’esordio, Albero e Terra.

BAND GRAN TORINOBAND GRAN TORINO

Ciao ragazzi e benvenuti tra le pagine di FullSong
Domanda di rito: il vostro nome mi evoca ricordi importanti come il film di Clint Eastwood. Come mai avete scelto proprio questo nome per la vostra band?

Ciao a tutti e grazie per lo spazio che ci state dedicando. Il nome della band é stato scelto per puro caso dopo aver visto il film, in quel periodo stavamo pensando a un nome da dare alla nostra musica e durante i titoli di coda Marco ha detto “vez, perché non ci chiamiamo Gran Torino?”.
É andata così.

“Se stesso da solo” è davvero un magnifico pezzo, raffinato e accompagnato da un bellissimo videoclip. Quale messaggio volete trasmettere a chi ascolta il pezzo?

Grazie per l’apprezzamento, il messaggio contenuto nel brano é il non trascurare se stessi, non per essere egoisti ma per capire dove vogliamo andare.

Tornando alla vostra musica, qual’ è il brano che più vi rappresenta, tra quelli di questo album?

Davanti a questa domanda ci troviamo sempre in difficoltà, il disco intero parla delle diverse esperienze che abbiamo vissuto negli ultimi anni. Quindi ci sentiamo di dire che ogni canzone fa parte di un periodo particolare della nostra vita.

Secondo la vostra esperienza com’è la situazione della musica dal vivo in Italia? e cosa ne pensate dei talent show. Raccontateci un po’ cosa ne pensate.

Attualmente in Italia la musica dal vivo soffre. Trovare locali disposti a investire nella musica indipendente (giustamente) é sempre più difficile, tuttavia le band che come noi hanno l’esigenza di esprimersi, continuano a credere che la situazione nel tempo migliori e questo é ciò che conta.
I talent show, a nostro parere, creano un’idea della popolarità completamente sbagliata, la nostra esperienza é fatta di gavetta e viviamo la musica come forma di espressione, non come mezzo per apparire.

Un pregio e un difetto dei Gran Torino.

Marco é il pregio, Daniele il difetto. E viceversa.

Dove vi ascolteremo live?

Anche se abbiamo rallentato l’attività live per dedicarci al secondo disco, a luglio avremo un paio di date che potrete seguire tramite la nostra pagina Facebook www.facebook.com/grantorinomusic.

Progetti futuri?

Il progetto futuro appunto é entrare in studio dopo l’estate.

Un abbraccio dai Gran Torino.

Se vuoi rimanere aggiornato su Gran Torino, un duo molto particolare. L’Intervista iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*